Ombretta scrive che non vede l’ora di diventare cittadina britannica

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Non tutti gli italiani criticano il governo britannico, anzi alcuni (e non pochi) pensano si sia comportato molto bene. Oggi leggiamo l’opinione di Ombretta, potete aggiungere la vostra usando il modulo qui sotto. 
 
 
Molto buona o comunque molto meglio di quella italiana, siamo liberi di fare quello che vogliamo nel nome della responsabilità personale e sta funzionando. Non bisogna fare i paragoni dei morti, qua sono più efficienti e fiscali li dichiarano tutti, in Italia non voglio pensarci che fanno. Mi vergogno di essere italiana in questo momento, non vedo l’ora di diventare cittadina britannica. l’Inghilterra ha fatto molto meglio. Inoltre qua siamo tutti a casa pagati al 100% se non lavoriamo, nessuno sta soffrendo.
 
Pochissima e quasi tutti in giro hanno la mascherina.
 
Mi ha convinto a non ritornare in Italia e ora voglio prendere la naturalizzazione e sentirmi orgogliosa per la prima volta in vita mia. Grande popolo libero e grande paese. 
 
In passato si, quello che mi aveva colpito era l’alta professionalità dei medici e il fatto che ti ascoltano e ti trattano da adulto, in Italia sono arroganti e scontrosi, forse per mascherare la loro mancanza di competenza
 
No, ma percepisco il 100% dello stipendio
[fluentform id=”12″]

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Unisciti alla discussione

  1. Avatar
  2. Avatar
  3. Avatar

3 commenti

  1. “Mi vergogno di essere italiana in questo momento, non vedo l’ora di diventare cittadina britannica.”

    Si certo perche’ non sai che dopo ti chiamano ‘plastic Brit’. Lo so bene dato che e’ l’accento che fa fede per loro (in Inghilterra – in Scozia sono molto piu’ disponibili a considerarti uno di loro)

    Non importa da quanti anni sei cittadina, e’ un’illusione l’idea che sarai trattata diversamente, sei e rimarrai SEMPRE una straniera.

    L’ignoranza di certi italiani in materia di immigrazione, xenofobia e cittadinanza in GB e’ veramente… APPALLING.

  2. Auguri a te! Prima dell’isolamento ero sull’autobus e una diceva a un’altra donna che se c’erano tanti casi in Italia era per il semplice fatto che gli italiani sono sporchi e disorganizzati e non sarebbe mai arrivato in Gran Bretagna

  3. Sì anch’io ho sentito spesso gli inglesi sui mezzi pubblici o per la strada parlare male degli italiani (che peraltro non conoscono per niente). Certo che sentire gli inglesi dire degli italiani che sono sporchi… è proprio una barzelletta. E il sistema sanitario italiano… a me piacerebbe averlo qui. Quello britannico è proprio penoso, per fortuna ho dovuto utilizzarlo poco, ma se avessi bisogno di assistenza sanitaria adeguata mi rivolgerei solo a medici italiani qui in UK, o andrei a curarmi in Italia.
    Cara Ombretta… io di essere italiana sono FIERISSIMA!

Lascia un commento

Rispondi

I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
OffertaBestseller No. 2 Dizionario giurieconomico. English-italian, italiano-inglese. Con voci dell'american english
OffertaBestseller No. 3 Oxford Essential Italian Dictionary: Italian-English - English-Italian [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2021-12-05 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

My Post
"L'Inghilterra non è il paradiso, la vita è durissima"
A.J.M.UK consiglia di stare con i bambini per imparare l'inglese
Eliana scrive che molti italiani a Londra si piangono addosso
Inizia campagna di informazione per cittadini comunitari
Luca racconta la sua esperienza positiva di sviluppatore a Londra
Pensieri e domande sugli italiani a Londra da Willesden
a voi la parola
Marco, chef in Gran Bretagna, consiglia ancora di partire
"Londra offre tantissimo ora"
Alessandra descrive i problemi quando si condivide una casa
"Tiro le somme dopo un anno a Londra"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: