Londra, niente altre restrizioni contro Omicron per il momento

Il governo non ha intenzione di mettere altre restrizioni prima di Natale, , nonostante la conferma che il nuovo ceppo si stia diffondendo velocemente. Il ministro della salute Sajid Javid ha ammesso che alcuni nuovi casi di Omicron non hanno viaggiato e l’hanno preso in Gran Bretagna.

Siccome nessuno dei 300 e oltre casi ha dovuto andare in ospedale, il governo sperache sia una forma leggera e che non occorre quindi mettere altre restrizioni.

In ogni caso anche i casi Delta sono in aumento e il numero di decessi giornalieri è stabile, ma il governo è quasi certo che le vaccinazioni sono sufficienti per combattere entrambe le varianti. In ogni caso, gli scienziati prevedono che la variante Omicron diventerà dominante nel Regno Unito nel giro di un mese.

Sembra comunque che un aumento dei contagi e pazienti in ospedale non è sufficiente per il governo per mettere altre restrizioni. Bisogna semplicemente affrontare l’ondata e continuare a vivere il più normalmente possibile nell’attesa che le vaccinazioni facciano il loro effetto.

Molti però temono che se a un certo punto saranno necessarie nuove restrizioni, ritardarle fino al nuovo anno richiederebbe solo misure più pesante che sarebbero in vigore più a lungo, come successe l’anno scorso.

Ormai 100 o 200 morti giornalieri sono accettabili e non si pensa a dover mettere restrizioni per diminuire i decessi, l’unica cosa che potrebbe far cambiare direzione al governo è se gli ospedali diventano intasati e non gestibili. Cosa che visti gli anni di tagli e la mancanza cronica di personale non è da escludere.

Rispondi

Torna su