Ultime Notizie

Ora dobbiamo lavorare tutti da casa in Inghilterra

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Dopo Brexit, la gestione della pandemia, la carenza di alimentari e di personale, la tua opinione del Regno Unito è cambiata?

Dopo aver detto a tutti di ritornare a lavorare in ufficio ora il governo di Boris Johnson vuole convincere a tutti di lavorare da casa. 

Il governo ha anche annunciato che pub, bar e ristoranti in Inghilterra chiuderanno entro le 22 di ogni sera da giovedì 24 settembre. Ovviamente questo ha fatto arrabbiare l’industria della hospitality che già ha molti problemi e prevede altri licenziamenti e chiusure. 

Inoltre i servizi ai ristoranti e bar possono solo essere al tavolo, ma per chi lavora nell’ospitalità queste misure sono eccessive visto che secondo certi dati i ristoranti e pub contribuiscono solo al 5% dei casi di coronavirus. Questo costerà tanti altri posti di lavoro. 

Infatti solo oggi abbiamo 6000 posti di lavoro persi da Whitbread principalmente per la catena di hotel Premier Inn. Se continuano le restrizioni molti altri posti di lavoro saranno persi. 

Leggi anche:

Testimonianze di italiani che lavorano in ufficio a Londra o Gran Bretagna(Si apre in una nuova scheda del browser)

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

LondraNews
Londra riapre agli italiani vaccinati, inclusi i turisti
25454224_white-empty-clean-dishes
Londra, la maggioranza dei ristoranti sta cercando personale
TLL News
Beautiful World Where are You di Sally Rooney, l'atteso romanzo in lingua inglese
34741156_medical-healthcare-nurse-holding-coronavirus-covid-19-swab-test
Londra, Boris Johnson afferma che la situazione COVID è come prevista e non occorrono restrizioni per ora
TLL News
Londra, il ministro dei trasporti afferma che la Brexit migliora la carenza del personale
Torna su