Osterley Park e House, un assaggio di campagna a Londra

Ci sono molte cose da vedere, se decidete di visitare Osterley Park che nonostante sia a Londra e raggiungibile con la metropolitana (Piccadilly Line fermata Osterley) ha un’atmosfera di campagna. Potete pure comprare prodotti agricoli dal fattore!

La villa originale a Osterley fu costruita nel 1500 da Sir Thomas Gresham un noto mercante e finanziere che fondò la Royal Exchange, ovvero la borsa di Londra ai tempi della regina Elisabetta I. Comprò il terreno per farci costruire una villa che sarebbe andata in eredità al figlio, che però morì a 20 anni.

A quel punto Gresham perse interesse per la casa di Osterley. La casa, che era in tipico stile Tudor, passò da famiglia a famiglia fino al 1726 quando il banchiere Francis Child comprò la casa per tenerci i soldi della banca.

Francis Child non visse mai nella casa ma la lasciò ai figli che a loro volta la lasciarono ai nipoti Francis e Robert. Furono proprio i nipoti a far trasformare Osterley House da una dimora Tudor a quella che vediamo ancora oggi. Se decidete di visitare Osterley Park ed entrare nella villa fate uno dei giri con guida gratuiti, sono molto informativi.

Costruzione di Osterley House

Inizialmente il responsabile del progetto e lavori fu Sir William Chambers, ma poi ci lavorò il noto architetto Robert Adam. Il suo progetto era inizialmente molto più radicale ma alla fine decise di lavorare usando parte della struttura esistente, per esempio le quattro torri sono una versione neo-classica delle torri Tudor. La cosa più vistosa è ovviamente la scala con le colonne ioniche. Ci vollero 19 anni per completare l’opera.

Se gli esterni sono in stile neo-classico, gli interni sono deliziosi e tipici dell’epoca. I mobili che potete vedere ora sono quasi tutti originali.  Visto che la famiglia Child aveva investito soldi nella East India Company non mancano certo mobili cinesi e giapponesi che sono veramente molto belli. Gli interni sono stati rinnovati completamente negli ultimi 20 anni da National Trust, solo la Breakfast Room al momento deve essere ancora finita.

visitare Osterley Park
La Long Room

The Childs, come gli Hoares di Stourhead, formarono una delle grandi dinastie bancarie del 1700. Anche se banchieri (in passato i membri della famiglia erano orafi) i loro gusti erano aristocratici e usarono iul famoso architetto Robert Adam per rifare la casa. Adam era da poco tornato da Roma e era appassionato dello stile neo-classico. 

Cose da vedere a Osterley House

Tra le cose da non perdere trovate la bella Long Room usata al tempo per fare esercizio fisico in caso di brutto tempo ma anche per mostrare i quadri della collezione della famiglia.

Al tempo, nel 1700 non c’erano gallerie d’arte pubbliche e le famiglie ricche facevano spesso entrare visitatori per vedere le opere d’arte in loro possesso. Ci sono generalmente quadri di pittori minori, ma troverete anche un Poussin, un Tintoretto e l’affresco in cima alle scale è di Rubens. C’era anche un altro importante Rubens ma è andato distrutto nel 1949 in un incendio di questa casa, insieme ad altre opere d’arte. 

È gratuito visitare Osterley Park

Due anni dopo che la nuova casa fu completata Robert Child morì dopo aver diseredato la figlia che era fuggita per sposarsi con un aristocratico dalla cattiva reputazione. La casa infine passò alla nipote che sposò il conte di Jersey.

I conti di Jersey rimasero proprietari fino al 1949 quando decisero di dare la casa e il parco alla nazione. Il National Trust non aveva i fondi per gestire la vasta proprietà fino al 1990 da quando prese in mano la piena gestione e il rinnovamente della casa.

Il vasto parco con i laghetti  è aperto a tutti, dovrete pagare per visitare la casa e il giardino (splendido in primavera), se siete iscritti al National Trust non pagherete l’ingresso.

Per visitare Osterley Park dovrete scendere alla stazione di Osterley, l’ingresso al parco è a meno di 10 minuti di strada (non facile da trovare senza una cartina).

  • Un museo all’aria aperta che esplora il passato bucolico vicino a Londra
    Probabilmente non conoscete questo museo che invece si merita una visita ed è una ottima meta per una gita di un giorno. Ispirato dai musei scandinavi all’aperto vi porta a visitare un vecchio villaggio agricolo dei Chilterns. Il museo ha circa 30 edifici da visitare e sono tutti molto interessanti e fotogenici, sono tutti edifici […] Leggi il Resto
  • Cantiere navale di Chatham nel Kent, come visitarlo
    Chatham si trova praticamente attaccata a Rochester, un altro posto da visitare non lontano da Londra. Il cantiere in questione fu aperto dal re Enrico VIII e per secoli fu un posto cruciale della marina britannica. Il cantiere costruì navi per secoli fino alla sua chiusura nel 1984. Ora potete visitare il cantiere che in […] Leggi il Resto
Bestseller No. 1
Legami - Calendario 2021 da Tavolo
  • Con questo calendario fai il giro di Londra con 12 illustrazioni, una per ogni mese, dedicate ognuna ad uno scorcio della città, per arredare la tua casa o per fare un regalo che accompagna per tutto l’anno!
  • Lunghezza: 12 cm; altezza: 14,5 cm
  • Realizzato in cartoncino di alta qualità; 12 mesi + planner annuale 2022
  • Solo in lingua inglese; 12 illustrazioni; Griglia con segni zodiacali e festività internazionali; In ogni pagina planner del mese precedente e successivo; Numero della settimana
  • Carta certificata FSC (FSC- C154586): proviene da fonti forestali certificate; 100% Made in Italy
OffertaBestseller No. 2
Londra. Con carta estraibile
  • Harper, Damian (Author)

Ultimo aggiornamento 2020-09-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

Libro gratuito di viaggi in Italia del 1912

Parco Nazionale Cairngorms

Parco Nazionale Cairngorms in Scozia; una delle parti più selvagge in Europa