italiani

Paolo, in UK dal 2008, vede pro e contro di vivere a Londra

Maggio 2008
 
Ho condiviso casa con altri Italiani, avevo gia’ trovato sistemazione prima di partire dall’Italia. Mi sono trovato abbastanza bene, eravamo in tanti ma l’ambiente era piacevole. Ho poi trovato una stanza su Gumtree.
 
Ho trovato lavoro lasciando il mio curriculum in giro.
 
Poche settimane.
 
Laurea in Lingue Straniere, in Italia avevo fatto diversi lavori, dall’insegnante di Lingue al lavoro nei call centres.
 
Buono, sia parlato che scritto.
 
Ho trovato subito lavoro da Costa Coffee, lavoro massacrante e pagato male. Al momento non lavoro.
 
Sono diventato molto piu forte caratterialmente, Londra e’ una citta’ estremamente competitiva in tutti i sensi, ho conosciuto tanta gente piu’ o meno interessante. Sono diventato molto piu’ sicuro di me.
 
Si’, per fare un’esperienza di vita piu’o meno breve e non per rimanerci tutta la vita, la qualita’ di vita e’ bassa a meno che non si hanno tanti soldi e a nessuno importa di voi.
 
Partire con tanta apertura mentale e forza di volonta’ e consapevoli che anche qui ci sono tanti problemi e che l’Italia in fondo non e’ cosi’ male.
[fluentform id=”9″]
(Visited 1 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su