Parole che senti sempre nei film ma che non ti insegnano a scuola

Ci sono tante parole che si sentono spesso nei film, soprattutto se li guardate in inglese, ma non sono parole che vi hanno insegnato a scuola.

Vediamone alcune…

Mate = questa si usa in inglese britannico e australiano e praticamente significa amico o friend. 

What’s up = sapere questa frase vuol dire capire l’origine del nome di What’s App. Significa ‘come va, come stai, che succede’ da usare solo in situazioni informali ma funziona in tutti i paesi di lingua inglese. 

Cheers = un modo per dire grazie molto comune in Australia e nel Regno Unito.  Per rispondere a un ringraziamento si usa spesso dire “no worries” o “no problem”. 

Man = si sappiamo che significa uomo ma da decenni viene usato nello slang comune per riferirsi alla persona a cui stiamo parlando. Quindi se parli con John puoi dire “look here John” oppure “look here man”. Esiste una forma di man che significa disappunto e viene detta diversamente praticamente maaan.

Una forma simile e comune è “You the man” che si usa di solito quando qualcuno fa un favore e qualcosa di speciale. Un modo per esprimere apprezzamento e rispetto. 

Awesome = gli americani in particolare usano awesome per tutto, soprattutto quando sentono una buona notizia.  Praticamente significa ‘grande’. Ora viene usano molto anche in altri paesi di lingua inglese. 

Un’ altra espressione che si sente molto in film americani è ‘bad ass’ che normalmente significa una persona molto in gamba con capacità sopra la media ma anche qualcuno che non ha paura di farsi sentire. Al contrario il termine ‘douchebag’ o semplicemente ‘douche’ descrive una persona arrogante, insopportabile e generalmente incapace. 

Take it easy/catch you later/take care = sono entrambi mod informali di salutare qualcuno prima di andarsene.  Molti dicono anche solo later. 

Ci sono tanti modi per essere d’accordo ma negli ultimi anni si sente molto dire ‘totally’ per acconsentire o anche per rendere l’idea, quindi può essere usato al posto di very. ‘totally easy’ al posto di ‘very easy’

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Commenta

You may also like