Permessi di lavoro per lavorare a Londra, truffe in arrivo?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Siamo solo agli inizi di gennaio ma già ci sono pervenute queste email da lettori che ci fanno pensare male. Da quello che sappiamo per avere un permesso di lavoro bisogna avere 70 punti (salvo che in casi particolari) e sapere l’inglese a livello B1. 

Ricordiamo che non è più possibile lavorare nel Regno Unito senza permesso di lavoro e tanto meno accedere a servizi pubblici come sanità o altro senza essere in regola. Non sappiamo come queste agenzie o mediatori possano assicurare un lavoro in regola e permessi di lavoro soprattutto in campi che sono stati quasi distrutti dai lockdown. 

Ora non capiamo che sta succedendo qui, se non possibilmente altre truffe o cose posso chiare. Chiediamo a voi lettori cosa ne pensate.

Ciao a tutti, arrivo a Londra in 18 febbraio con un lavoro in un ristorante italiano trovato tramite un’agenzia italiana. Visto che non parlo inglese vorrei frequentare una scuola per poi trovare un lavoro migliore, che scuola mi consigliate che sia buona e costi poco?

Comincio a lavorare in un albergo di Londra a fine mese, ho tutto organizzato dall’alloggio al lavoro tramite agenzia vista la mia scarsa conoscenza della lingua. Una cosa che non mi è chiara è come fare per trovare un medico di base, ho una malattia cronica e ho bisogno di medicinali. 

Salve sono un ragazzo di 27 anni, a febbraio dovrei venire in Inghilterra per lavoro, ho trovato lavoro in un ristorante tramite un mediatore qui in Italia. La mia idea sarebbe quella di venire in Inghilterra e poi dopo qualche mese di lavoro ed assestamento in ristorante, cercare lavoro in quello che è il mio campo ovvero la logistica. Volevo sapere da voi se mi conviene come progetto, se effettivamente in questo settore si trova facilmente lavoro come magazziniere o mulettista come in Germania. Grazie.

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

1 commento su “Permessi di lavoro per lavorare a Londra, truffe in arrivo?”

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 Complete Italian Step-by-Step
OffertaBestseller No. 3 All in One Grammar Italian edition with Answers and Audio CDs (2) [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2022-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Forse ora non è il momento giusto per emigrare all'avventura
Lettrice scrive che Londra non è il paradiso della meritocrazia
Marco lavora per un ospedale e racconta la sua 'fantastica esperienza'
Milan Cathedral or Duomo di Milano is the cathedral church of Mi
Famoso ristorante milanese apre locale a Londra
- Unknow (12)
Rita, manager a Londra, scrive che basta aver voglia di lavorare per ottenere tutto
"Il sistema anglosassone è ottimo, non ci sono grossi problemi"
Old camera and on wooden table
Fateci vedere le vostre foto di Londra e Gran Bretagna
L'esperienza di Silvia che lavora in un pub a Londra
OPINIONI: Alessandra interviene sulla questione della meritocrazia
Ciro, manager a Londra, scrive che ha avuto un'esperienza 'positivissima'
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: