Pooles Cavern, una grotta nel Peak District

pooles cavern

Se andate a fare una visita al parco nazionale del Peak District, cosa che dovreste fare almeno una volta nella vita, dovreste passare da Pooles Cavern.

La visita non è difficile visto che Pooles Cavern  si trova appena fuori Buxton, il centro maggiore della zona e una specie di Bath del nord d’Inghilterra.

Sito ufficiale della grotta

Ok, ritorniamo alla nostra grotta. Formata dal fiume Wye, dal 1600 è conosciuta come una meraviglia della zona e non a torto. Fu visitata da reali e aristocratici inclusa Maria Stuarda.

Foto: © Copyright Richard Bird and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Si tratta infatti di una grotta naturale di calcare. Dovrebbe avere oltre 2 milioni di anni e sembra fosse usata da tribù durante l’era della Pietra e del Bronzo.

Sembra anche che parte della grotta fosse usata per cerimonie religiose ai tempi dei Romani.

Uno dei motivi per visitare la grotta sono le stalattiti, alcune sono famose anche perché grazie al ferro e al manganese e altri metalli hanno strani colori che le rendono ancora più affascinanti.

Il nome della grotta risale a un bandito che appunto si chiamava Ppole e che la usava come base per nascondersi e nascondare i propri bottini.

La grotta può essere visitata anche se la parte aperta al pubblico è una piccola parte ma fortunatamente include alcune delle famose formazioni rocciose e stalattiti. A dire il vero gran parte della grotta non è ancora stata completamente esplorata.

Pooles Cavern è aperta solo da marzo a ottobre, dovrete unirvi a uno dei tanti giri guidati che cominciano ogni 20 minuti. Una volta usciti potrete anche esplorare il parco attorno.

Foto: © Copyright Penny Mayes and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come arrivare a Pooles Cavern?

Si trova praticamente a Buxton, che potete raggiungere in treno da London/Stockport o Birmingham/Maclesfield e quindi facilmente raggiungibile da qualsiasi parte dell’Inghilterra.

Leggi anche:

5 parchi nazionali del Regno Unito da non perdere(Si apre in una nuova scheda del browser)

  • Chiese di Londra; quali dovete visitare e dove si trovano
    Londra ha tante chiese, soprattutto la City of London che era il vecchio centro romano e medievale. Le chiese che potete vedere ora nella City, non sono nemmeno tutte. Diverse sono state distrutte da incendi (soprattutto quello grosso del 1666) e bombe e mai state ricostruite. Non esistono solo St Paul’s e Abbey Cathedral. Anche […] Leggi il Resto
  • Non ci saranno i fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno a Londra
    Quest’anno non avremo nemmeno i fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno a Londra. Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha annunciato stamattina che l’evento annuale non potrà tenersi per via della pandemia. Ovviamente avere un numero così grande di persone congregato in uno spazio limitato sarebbe estremamente pericoloso. Vista l’atmosfera festiva sarebbe difficile convincere le persone a […] Leggi il Resto
  • Painshill Park; un parco da scoprire a Londra
    Pochi avranno sentito parlare di Painshill Park, un parco che tecnicamente si trova ancora a Londra anche se effettivamente è anche nel Surrey. Infatti si trova all’interno del M25 che sarebbe il raccordo anulare che circonda la capitale britannica e segna i suoi confini. Painshill Park è un giardino del 1700, tra i migliori ancora rimasti e che […] Leggi il Resto
  • Il funerale dell’ammiraglio Nelson
    Tutti avranno sentito parlare del famoso funerale di Principessa Diana o di Winston Churchill, ma non possiamo dimenticarci il funerale dell’ammiraglio Nelson. Perito durante la battaglia di Trafalgar, colpito da un tiratore francese il famoso ammiraglio è riuscito però a vincere quella famosa e decisiva battaglia. I suoi resti furono riportati in patria dalla sua […] Leggi il Resto
  • Cose che probabilmente non sai su Cheapside a Londra
    La strada che porta alla cattedrale di St Paul’s e sede di un importante mercato medievale, infatti chepe significava mercato in Old English. Cheapside a Londra era allora conosciuta come Westcheap, mentre Eastcheap, sede di un altro mercato si trovava vicino London Bridge. Se date un’occhiata intorno vedrete che le strade vicino hanno nomi come […] Leggi il Resto

rapporto

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

Sette persone accoltellate a Londra ieri notte

Luigi consiglia di non lavorare per italiani