Possibili aumenti dei prezzi dei biglietti della metropolitana di Londra

Sappiamo che la metropolitana di Londra ha grossi problemi al momento, insieme agli autobus e qualche altro servizio appartiene a TfL, una società tecnicamente privata che non riceve fondi dal governo centrale. 

TfL ha ricevuto fondi governativi per la costruzione di Crossrail ma normalmente deve pagare manutenzione, gestione e personale praticamente quasi soltanto con i ricavati dalle vendite dei biglietti e con una parte dei ricavati della Congestion Charge. Ma i passeggeri sono scesi del 95% e la Congestion Charge non ha certo molte entrate al momento e la metropolitana ha enormi problemi economici. 

Ma i problemi non finiscono qua, con la futura riapertura si dovranno avere distanze di sicurezza tra passeggeri sia in metropolitana che in autobus e maggiore costi per sanificazione e pulizia. Con la social distancing significa avere meno passeggeri e meno passeggeri significa meno incassi. La metropolitana di Londra non nuotava nell’oro nemmeno quando tutto era aperto. Invece di incoraggiare la gente ad usare i trasporti pubblici, il messaggio sarà quello di non usarli e di conseguenza meno soldi nelle casse di TfL. 

Questo articolo della BBC parla di un rapporto che conclude che due metri di distanza tra persona a persona significa che solo 50 mila persone possono al massimo salire ogni 15 minuti contro le 325 mila che salivano ogni 15 minuti nelle ore di punta prima del lockdown. 

Ora il sindaco di Londra Sadiq Khan sta trattando con il governo per avere aiuti economici che probabilmente avrà, almeno in parte. Bisogna anche tenere presente che ora tutti vogliono aiuti economici e le casse dello stato vedono poche entrate,  il governo sta cominciando a rifiutare. Negli ultimi giorni ha comunicato che le università non avranno aiuti e il furlough per il personale verrà probabilmente fermato o limitato entro luglio. 

Se non dovesse avere aiuto, secondo alcuni esperti i prezzi dei biglietti dovrebbero triplicarsi. Abbastanza improbabile che riceverà una copertura totale dal governo fino al vaccino e si prevede un aumento drammatico del prezzo dei biglietti e Travelcard nei prossimi mesi.

Non sappiamo niente per certo, ma difficilmente non ci saranno aumenti di biglietti, il governo attuale ha cercato diverse volte di convincere la popolazione che non favorisce Londra e difficilmente darà tutti i soldi necessari a Londra, quando i passeggeri di trasporti pubblici in altre parti del paese si vedono aumentare i prezzi dei biglietti. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Marina Ricci

Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

Giuseppe racconta la sua esperienza ai tempi del coronavirus

Roberto spiega come mai evita gli italiani a Londra