Prestiti alle aziende ma molti italiani ci hanno scritto disperati

Il governo ha stanziato £300 miliardi di prestiti alle aziende in difficoltà con un tasso di interesse basso. Ciò può far piacere ad alcuni, ma molte persone con aziende piccole, self employed e lavoratori in settori non ufficialmente chiusi ma che dovranno chiudere o licenziare persone, si sentono abbandonati. 

Potete aggiungere la vostra testimonianza nel modulo qui sotto

Marco scrive: “Da oggi sono a casa senza stipendio, non posso fare niente e lavoro ora non se ne trova sicuramente. Posso chiedere i benefit ma ho giá visto che sono pochissimi soldi e non ho idea di che fare. Ho i soldi per campare e pagare affitto per un mesetto e dopo? in Italia non possono tornare e non ho nessuno che mi presta soldi. Che faccio?

Chiara scrive: “Ho una bancarella ai mercati e non potrò andarci per chissá quanto e non ho idea di cosa fare per campare. Il Boris non ha promesso niente a noi self-employed se non chiedere Universal Credit, non mi coprirebbe le spese, affitto anche un posticino per tenere le mie creazioni e lavorare, non mi coprono quelle spese. Ho lavorato per anni, pagato tasse e ora mi gettano nel fiume in piena.”

Diletta scrive: “Sono cameriera e hanno ridotto le ore del ristorante, ho un contratto con zero ore garantite e mi hanno dato zero ore per questa settimana e la prossima e nessuno stipendio se non lavoro, cosa posso fare ora, come pago il mio affitto?

Flavia da Londra scrive: “Un dramma qui a londra Solo una grande confusione senza un governo che ti guida e da una linea unica da seguire. Io ho un club per eventi e ho dovuto chiudere perche i clienti hanno cancellato i party Quindi sono rovinata e il governo inesistente solo a fare calcoli economici ma non quelli umani.

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Tutele e aiuti finanziari per i lavoratori durante la crisi coronavirus

15 foto per ricordare Camden come dovrebbe essere