Primrose Hill è una collina di 63 metri che si trova non lontano da Camden Town e a nord di Regent’s Park e allo zoo di Londra. Una volta le colline erano due, quella vicina chiamata Barrow Hill fu scavata per far posto ad un serbatoio d’acqua. 

Una volta era ricoperta di alberi, ma Enrico VI regalò la collina al college  di Eton e gli alberi furono tagliati per permettere la costruzione di case e altri edifici.

Nel 1800 la  Corona scambiò con Eton la cima della collina in cambio di terra vicino a Windsor dove si trova ancora  il college. La collina è circondata da case  signorili  ricoperte di stucco e colorate di bianco, azzurro e anche rosa.

Molti films sono stati girati a Primrose Hill tanto che gli abitanti della zona si sono lamentati.  La zona  è una dei quartieri residenziali piu’ cari e prestigiosi del paese e ha ospitato molte persone famose.

 



Prima di diventare un parco nel 1800, la collina fu a rischio di diventare un cimitero, infatti mancavano i cimiteri per seppelire i morti di una Londra sempre in espansione e una delle proposte fu di farne uno proprio su questa collina. 

Nel 1864 qui fu piantato un albero per ricordare il 300esimo anniversario della nascita di William Shakespeare. Un sacco di gente venne a vedere l’evento, infatti Shakespeare era in quegli anni molto amato soprattutto dalla classe operaria. Un albero di Shakespeare ancora esiste, ma non quello del 1864. 

Sopra la collina si trova una lapide con scritta una frase di William Blake: “‘I have conversed with the spiritual sun. I saw him on Primrose Hill’.”

@lwudwerd via Twenty20

La collina è anche famosa per la sua vista di Londra e in particolare quella della cattedrale di St Paul’s, è infatti una delle viste protette il che significa che quando costruiscono nuovi palazzi o grattacieli non possono coprire la veduta di St Paul’s da Primrose Hill (altre vedute protette sono da Richmond Park, Blackheath, Alexandra Palace, Greenwich e Parliament Hill a Hampstead Hill).

Vieni anche tu nella nostra vivace community su Facebook Ti aspettiamo!

Commenta