italiani

Un grafico italiano racconta la sua esperienza felice nel Regno Unito

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Quasi due anni

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

con internet, non ho avuto grossi problemi, nemmeno vero che la situazione sia tanto disastrosa.

Come hai cercato lavoro?
con internet

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

1 giorno!

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Sono interior designer con esperienza

Foto: © Copyright Ben Gamble and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Buono scritto, passabile parlato

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Distribuire volantini, fortunatamente solo per tre settimane, ho trovato lavoro nel mio settore rapidamente

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Meglio del previsto. Ho lanciato la mia vita professionale in orbita, in Italia prendevo un terzo senza opportunità, circondato da raccomandati e fannulloni. Se questo non bastasse ho anche trovato un paese che non solo offre tanto a tutti ma funziona veramente bene. I trasporti sono magici, funzionano perfettamente. La sanità è efficiente e  ha medici competenti e non quei padreterni ignoranti che si trovano in Italia. Qua si diventa veramente tutto quello che si vuole!

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Si, decisamente un salto in meglio nella qualità della vita, se avessi figli vorrei che crescessero qui, non in un paese arretrato come l’Italia

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Studiare inglese e poi partire. Fare una lista di sogni e vederli avverare uno dopo l’altro.

 

 

 

[fluentform id=”9″]
(Visited 1 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su