“Quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?”

“Quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?”
“Quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?”

courtCome sempre ci sono tante opinioni diverse parzialmente influenzate dalle motivazioni che hanno spinto chi risponde ad emigrare a Londra. Per molti i lati positivi hanno a che fare con il lavoro, infatti molti negli ultimi anni emigrano principalmente per trovare un lavoro o una carriera. Non a tutti però basta un lavoro qualsiasi e con la competizione del mercato del lavoro londinese non tutti trovano quello che cercavano.

Eccovi una serie di risposte dei nostri lettori a questa domanda. Ovviamente ognuna delle 50 risposte è una storia a sè e riflette le aspettative iniziali, presentiamo solo uno spaccato di vita a Londra visto dagli occhi di 50 italiani.

Se vuoi migliorare il tuo inglese per cercare lavoro a Londra o in UK, prova questo libro  

  1. La meritocrazia, il lavoro  si trova facilmente e  veramente premia chi e’ bravo e non chi e’ furbo o raccomandato, le iniziative culturali gratuite, incontrare tutto il mondo e imparare cose nuove
  2. “Ho raggiunto i miei obiettivi professionali e ho vinto tutte le mie piccole grandi sfide. So comunicare in inglese in tutti i contesti, lavorativi e non.
  3. Le possibilità lavorative che ti dà questa città sono innumerevoli. Puoi essere ciò che vuoi, puoi fare ciò che vuoi.”
  4. Il riconoscimento della meritocrazia, la vasta gamma di divertimenti, la possibilità di attingere a culture diverse, la miriade di locali e di bella gente, le nuvole velocissime, le giornate di sole indimenticabili, la spesa da Tesco al “reduced to clear”, il profumo di cannella a Marylebone, etc..
  5. Foto: © Copyright N Chadwick and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.
  6. Ognuno di noi dovrebbe fare l’esperienza di vivere a Londra
  7. Onesta, civiltà, paese che funziona alla perfezione, lavoro per tutti e ben retribuito e possibilità di avanzare e diventare tutto ciò che si vuole. a londra volere è veramente potere, in Italia la raccomandazione e la corruzione sono potere. Mi sento di avere solo l’imbarazzo della scelta, anche se ho 36 anni a Londra posso ancora mantenermi bene e fare la carriera che desidero
  8. guadagno bene e non pago tasse, mando i soldi alla famiglia e nient’altro
  9. Non tantissimi a dire il vero anche se, quando non penso ai lati negativi, mi entusiasma passeggiare per le vie di Londra o per i parchi che gli inglesi hanno saputo egregiamente conservare.
  10. Il lato più positivo? Aver imparato abbastanza bene l’inglese da poterlo utilizzare contro di loro in caso di necessità…scherzo! Ma se servisse, non starei in silenzio. E ancora, poter uscire in qualche modo da casa, senza essere derisi, come pure pulirsi l’orecchio col mignolo (per gli amanti), senza suscitare nessun interesse o critica. Inesistenza di zingari lavavetri e fenomento dell’accatonaggio ridotto al minimo.Ma soprattutto non essere considerato fuori dal mercato. Nel curriculum inglese, non tutti sanno che non è necessario indicare la data di nascita ed essere quindi classificato deceduto, come si usa in Italia.
  11. Le grandissime opportunità lavorative
  12. Trovare lavoro in tre giorni, bell’ambiente lavorativo, stipendi puntuali, correttezza sul lavoro e tante cose da fare
  13. cercano sempre personale, gli stipendi sono buoni , tanto lavoro per tutti e non come era in italia
  14. Quasi tutto se devo essere sincera, mi piace il lavoro, la vita che faccio, le mie nuove amicizie, quasi tutto
  15. 49 culture e lingue differenti che si mischiano in un luogo unico al mondo. Sicuramente una citta’ a tratti molto dura, che ti impone di crescere velocemente e cambiare.
  16. La facilità di creare nuove amicizie,  abbiamo tanti amici che vanno da inglesi a brasiliani, ci sentiamo inclusi e integrati, siamo felici a Londra.
  17. Una pacchia per il lavoro, non ti piace dove stai mandi il tuo cv in giro e ne scegli un altro
  18. Sicuramente l’organizzazzione della città,le duecentomila linee di underground e over ground e autobus che ti collegano ovunque,il fatto che puoi andare in giro conciato come ti pare senza essere giudicato(Anzi non ti si filano proprio) e per il fatto che è interrazziale.
  19. Bellissimo posto per chi ha  i soldi
  20. Facilissimo trovare lavoro ma purtroppo noi italiani siamo quasi tutti in coffee shop e ristoranti, qualcuno lavora per Zara e basta anche se abbiamo diplomi e lauree
  21. Praticamente nessuno, un postaccio pieno di gente ignorante
  22. Un vero e proprio paradiso per i laureati, a Londra si trovano stage e si iniziano carriere serie, in Italia si perde solo tempo
  23. Tante cose funzionano davvero, i lavoratori sono tutelati. Se hai esperienza, non si dovrebbero avere problemi perché le opportunità ci sono. Il problema è partire da zero come ho fatto io, è una città troppo competitiva per accettare gente che vuole cominciare una carriera da capo.
  24. Si lavoro come dei matti, se mi fermo un secondo il mio supervisore urla subito anche se non ci stanno clienti. Se non ci sta niente da fare devo fare finta di lavorare, questi sono fanatici. Gli stipendi sono bassi e si vive giusto giusto a malapena
  25. l’ordine, la precisione, la pulizia, i trasporti.
  26. In Italia avevo un lavoro, purtroppo per come era la cosa vedevo poche prospettive di salire in alto, qui mi hanno preso e formato, posso ora andare in qualsiasi posto al mondo e chiedere i migliori stipendi
  27. Il lavoro facile da trovare, stipendi buoni e con le sovvenzioni statali ancora meglio e il comune mi paga l’affitto in modo che posso studiare e lavorare part time
  28. Tanto lavoro, stipendi alti, non esiste disoccupazione e non bisogna essere raccomandati. Pagano anche tutto preciso
  29. Nessuno, prima torno in Italia, meglio è
  30. Londra sembra un posto di grandi opportunità, in effetti hai una divisione tra poveri e ricchi e un classismo che in Italia non abbiamo
  31. Città che ha tanto da offrire, dal punto di vista dello svago, della multiculturalità….
  32. Come spiegavo prima, che a Londra hai solo quello che ti meriti, se non risichi non rosichi.  a Londra si trova la vera giustizia, W Londra!
  33. Ho visto delle mostre belle e conosciuta gente nuova
  34. Aver imparato l’inglese il meglio che ho potuto anche per iniziare attività diverse da quella che ho svolto sino ad ora e crearmi un futuro alternativo.
    Aver conosciuto tante persone e molte culture diverse dalla nostra ampliando le mie idee e le mie conoscenze.
    Posso dire di essere una di quelli che c’è l’ha fatta,mi sono data molto da fare con fatica e dedizione pur senza una laurea,tanto da potermi permettere di poter tornare a casa con degli obbiettivi ormai raggiunti.”
  35. Al lavoro rispettano, pagano in tempo e bene, ci sono possibilità di fare carriera e realizzare i propri sogni. Sono contento di andare a lavorare al risveglio
  36. Se uno vuole un lavoro qualsiasi, probabilmente anche un lavoro che in Italia non farebbe manco morto, qui lo trova ma non sono sicuro che sia sempre un vantaggio, trovare lavoro in 2 giorni qui è un gioco da ragazzi, ma riuscire a costruirsi una vita stabile e non da precari è una cosa difficile. Dove lavoro ci stanno un paio di italiani che vivono a Londra da diversi anni e sono ancora più o meno come sto messo io, ciò mi terrorizza
  37. Non ci sono aspetti negativi a Londra se solo si ha voglia di lavorare. Gli stipendi a Londra sono abbastanza per vivere, gli italiani che si lamentano non hanno voglia di lavorare, gli italiani sono tanti scansafatiche, se vedono il lavoro pesante non muovono un dito e si lamentano
  38. Bella esperienza ora pero’ penso a trovare un buon lavoro in Italia. e’ arrivato il momento di crescere
  39. Tutti gli altri, il mondo di lavoro, la carriera, i parchi, gli stipendi, i negozi, la vita notturna, la gente….
  40. Per noi artisti è ancora il massimo, chi ha un minimo di talento e originalità emerge facilmente
  41. Londra è magica
  42. Si trova lavoro anche per un laureato come me che in Italia era costretto a fare lavoretti, qui non ho ancora il lavoro della mia vita ma nel giro di una settimana mi sono messo sulla buona strada
  43. Londra è la citta delle opportunità, basta avere tanta voglia di fare
  44. pagano abbastanza bene, il lavoro non ti cade dal cielo ma basta metterci un pò di impegno, puoi trovare anche il tempo di fare il turista! e ti danno la possibilità di far carriera se hai le idee chiare
  45. Belle cose da fare, molte gratuite, belle ragazze e discoteche se si ha tempo di andarci. Si trova lavoro, lavoro umilissimo  che nessuno vuole fare e dove trattano malissimo  ma almeno qualcosa si trova
  46. Si vive bene, una volta trovato lavoro e ci sono molte possibilità di fare carriera e di vivere meglio
  47. Meritocrazia, se lavori bene puoi diventare chi vuoi, molti italiani non capiscono questa cosa. Gli stipendi sono anche buoni per il costo della vita
  48. Prima di tutto si viene pagati sul lavoro e finora non ho mai avuto problemi, in Italia faticavo solo a farmi pagare. A Londra si trova di tutto, è facile entrare in qualsiasi giro e fare sempre nuove amicizie
  49. Nessuno ti rompe le p****
  50. In questo schifo di posto nessuno
  51. Buona scelta di lavoro, uno dei posti migliori per fare carriera al mondo, a Londra siamo noi a scegliere a quanto vogliamo lavorare

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

“Chi dice di volersene tornare in Italia dopo essere stati quì è soltanto perche non ha voglia di fare”

“Cerco un lavoro dignitoso e una fantastica esperienza!”

“Cerco un lavoro dignitoso e una fantastica esperienza!”