La settimana scorsa parlavo con una ragazza di Manchester, quindi di madrelingua inglese, che sta lavorando gratis da quasi 2 anni. Il motivo? È una laureata in storia dell’arte e per realizzare il suo sogno di lavorare in un museo si ritrova a lavorare gratis nella speranza di trovare un lavoro pagato, che dopo 2 anni ancora non si è materializzato. Per fare questo deve sacrificare praticamente tutto il tempo libero, ha infatti un secondo lavoro che paga per il suo mantenimento.

Qui c’è anche un articolo abbastanza critico della situazione delle internship non pagate e del fatto che il British Museum sta cercando una persona che aggiorni il proprio sito GRATIS! Il British Museum ha un fatturato tale che non dovrebbe fare fatica a pagare qualcuno per farlo.

Foto: ©bigben Copyright Mike McMillan and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Molti italiani vengono qui continuando a ripetere la parola meritocrazia fino alla noia, molte risposte al nostro questionario parlano di meritocrazia come un aspetto positivo. Indubbiamente per chi arriva dall’Italia tutto può sembrare incredibilmente meritocratico ma da ANNI in UK si parla della mancanza di meritocrazia quando si tratta di entrare a lavorare in certi settori competitivi.

Mentre chi viene da famiglia agiata non ha problemi a farsi mantenere altri 2 o 3 anni dopo l’università, chi non ha i genitori che mandano soldi fatica a mantenersi (specialmente a Londra) e lavorare anche full time gratis per un paio di anni. Chi ha i genitori benestanti non è detto che sia più capace e più meritevole di chi non li ha.

Ci sono infatti molti laureati (ne conosco personalmente almeno un paio), che non sono riusciti a mantenere il ritmo di lavoro 7 giorni su 7 e hanno deciso, tristemente, di abbandonare i loro sogni e fare carriera per Nando’s o M&S. Questi erano laureati nelle arti, giornalismo e scienze politiche. Per esempio lavorare per un deputato o per un giornale spesso significa non venire pagati e dover dedicare anche 10  ore al giorno al lavoro. Ovviamente chi deve mantenersi non può farlo e i meno ricchi non riescono ad intraprendere questo tipo di carriera.