Quarantena per il Regno Unito, ultimi aggiornamenti

quarantena per il Regno Unito

Sono settimane che si parla di possibili ‘ponti aerei’ verso paesi ritenuti sicuri per il coronavirus. Chi arriva da questi paesi non deve fare la quarantena per il Regno Unito.

Il governo aveva detto che avrebbe annunciato il nuovo sistema a fine giugno, poi doveva essere lunedì e poi ieri e adesso venerdi 3 luglio. 

Reuters diceva ieri che saranno 75 i paesi che potranno venire nel Regno Unito senza dover fare quarantena, ma ripetiamo non sono cose ancora ufficiali. Il governo britannico ha confermato ieri sera che ci sarà una lista di circa 60 paesi che non hanno bisogno di quarantena.  La lista dei paesi sarà comunicata oggi, dovrebbe includere anche l’Italia. La quarantena dovrebbe essere tolta il 10 luglio, ma colpo di scena: questo vale solo per l’Inghilterra. Chi va in Galles, Scozia e Irlanda del Nord  per ora deve fare ancora la quarantena. 

 

La settimana scorsa il governo aveva parlato di fare un sistema di semafori invece dei ponti. Dopo ha cambiato nuovamente idea e poi si doveva tornare ai ponti. Ora sembra che siamo ritornati ai semafori o comunque si tratta di una lista di paesi sicuri o quasi. Alcuni dei paesi che sono nella lista  ancora richiedono a chi arriva dal Regno Unito di fare quarantena.  Non sono quindi i ‘ponti aerei’ famosi. 

Intanto non sappiamo quali saranno i paesi inclusi nei ponti (sempre che il governo britannico non abbia cambiato ancora idea e decida di fare un altro sistema). Alcune fonti includono l’Italia, altri dicono di no, per la presenza di focolari. 

Si deve fare la quarantena per il Regno Unito?

Inizialmente i paesi dovevano essere Francia, Grecia e Spagna. In seguito la Grecia ha deciso di continuare la quarantena per i britannici almeno fino al 15 luglio, visto l’alto numero di casi nel Regno Unito. Di conseguenza non è possibile per il momento fare un ponte con la Grecia.

Intanto molti si lamentano della lentezza del governo a prendere decisioni. Il problema è che le persone hanno prenotato viaggi e vacanze pensando di andare in un paese incluso nei ponti, ma potrebbero essersi sbagliati.

Il sistema dei ponti (o semafori) doveva iniziare dal 6 luglio ma ora sembra sempre più improbabile che inizi tra quattro giorni. Fino ad allora o fin quando viene deciso qualcosa, le persone che arrivano dall’Italia devono fare la quarantena una volta atterrati nel Regno Unito.

Leggi anche:

Cosa sarebbero il no deal Brexit e hard Brexit?(Si apre in una nuova scheda del browser)

Corso gratuito di lingua inglese che potete fare ora(Si apre in una nuova scheda del browser)

rapporto

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Stege in Danimarca

Stege in Danimarca, un vecchio centro medievale della pesca

Charmouth nel Dorset, spiagge, fossili e geologia