Regno Unito: confermato gatto domestico con coronavirus

Notizia ufficiale che viene anche confermata dal sito del governo britannico.

Il Chief Veterinary Officer del Regno Unito ha confermato che il virus responsabile di COVID-19 è stato trovato in un gatto domestico. Si tratta del primo caso nel Regno Unito.

L’infezione è stata confermata a seguito di test presso il laboratorio dell’Agenzia per la salute degli animali e delle piante (APHA) a Weybridge mercoledì 22 luglio.

Sebbene questo sia il primo caso confermato di un’infezione animale con il ceppo di coronavirus nel Regno Unito, non ci sono prove che suggeriscano che l’animale sia stato coinvolto nella trasmissione della malattia ai suoi proprietari o che gli animali domestici o altri animali domestici siano in grado di trasmettere il virus alle persone.

Il consiglio di Public Health England è che le persone si lavino le mani regolarmente, anche prima e dopo il contatto con gli animali.

Tutte le prove  suggeriscono che il gatto ha contratto il coronavirus dai suoi proprietari che in precedenza erano risultati positivi per COVID-19. Da allora il gatto e i suoi proprietari si sono ripresi completamente e non vi è stata alcuna trasmissione ad altri animali o persone in casa.

Leggi anche:

Gli animali di Londra; dagli scoiattoli ai pappagallini

rapporto

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

idee gratuite per migliorare l'inglese

10 idee gratuite per migliorare l’inglese ora!

Regno Unito: ci vorranno 4 anni per ritornare come prima