Ho avuto un lavoro che pagava la paga minima sindacale per solo qualche mese e ho fatto fatica a vivere. Premetto che mi pagavo l’affitto per una stanza mia, l’idea di fare il dormitorio non mi piaceva.

Soffro anche di diverse allergie a profumi e altre sostanze chimiche, chi vive in stanza con me dovrebbe stare attento a cosa si spruzza addosso e non posso imporre tanti limiti agli altri.

Pagare una stanza voleva dire una buona fetta del mio stipendio partiva a questo modo, seguiva il costo dei trasporti e del cibo. Non lavoravo in un ristorante e non avevo pranzi gratis, dovevo pagarmi tutto. Alla fine mese era in rosso, fortunatamente avevo risparmi. In quel periodo non ho fatto spese e sono uscita una volta sola. Niente follie, riesco a vivere con poco ma facevo lo stesso fatica a sopravvivere. Il costo della stanza in zona 3 era troppo per quello che guadagnavo ma era  economica per Londra.

Una mia collega cenava sempre a pane e burro di noccioline. A lungo andare non ditemi che fa bene mangiare a questo modo!

Non credo si possa vivere in questo modo a lungo, arriva anche il momento quando si devono fare spese essenziali o magari andare dal dentista o andare a trovare i genitori e se non si hanno risparmi o famiglia che aiuta si fa presto a finire in rosso.

Flavia

Se anche tu vuoi aggiungere la tua esperienza puoi farlo usando il modulo qui sotto

Se vuoi che mettiamo un link al tuo profilo su social media, sito o blog aggiungilo alla fine dell'articolo
Si prega di compilare i campi richiesti.
Puoi anche caricare delle immagini se vuoi