parchi di londra 2022 03 17t100004.888

Ritornano i castori a Londra!

Dopo oltre 400 anni ritornano i castori a Londra. I castori dovrebbero aiutare a ripristinare la natura e l’habitat fluviale e ridurre i rischi di inondazione. Un maschio e una femmina di castoro, entrambi di due anni, vengono rilasciati in un recinto appositamente progettato presso la Forty Hall Farm di Enfield. La specie fu cacciata fino all’estinzione in Gran Bretagna nel 1600 per la sua pelliccia e carne.

I castori sono visti come ingegneri naturali che ripristinano gli habitat delle zone umide attraverso la costruzione di dighe e l’abbattimento di alberi, rallentando, immagazzinando e filtrando l’acqua nel paesaggio, che attira altra fauna selvatica e riduce le inondazioni a valle. La diga del castoro crea le basi per gran parte del suo habitat e fornisce fonti di cibo, in particolare costruendo prati vicino all’acqua per fornire spazio di nidificazione agli uccelli e pesci, oltre a costruire alloggi per far vivere i castori. Come risultato del suo lavoro, crea anche stagni nelle pianure alluvionali che fungono da serbatoi naturali per un uso successivo. Le pianure alluvionali creano un habitat per piante e animali che possono sopportare le periodiche inondazioni. La diga del castoro migliora la qualità dell’acqua fornendo sedimenti e rimuovendo piccoli sassi.

I castori si trovano ora allo stato brado su numerosi fiumi in Scozia e Inghilterra, nonché in recinti in un certo numero di contee inglesi. e in Europa. Il castoro eurasiatico (“fibra di ricino”) si trova ora dal Mar Nero al Mar Baltico e dall’Islanda alla Russia. Il castoro nordamericano (“Castor canadensis”) si trova in Nord America. Il castoro europeo fu cacciato per la sua pelliccia fino al 1650 circa, momento in cui era stato ridotto.

Rispondi

Torna su