Rossella offre qualche consiglio a chi vuole venire a Londra

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

hills

Sono Rossella abito a Londra da 8 anni e sono receptionist per un ospedale londinese, mi sento di dare questi consigli a tutti gli italiani che desiderano tentare la fortuna a Londra.

Venite con un inglese buono o anche meglio di buono, non si viene nel 2018 senza sapere bene la lingua. Conosco un infermiere italiano che non sapendo la lingua non poteva lavorare come infermiere, dopo 3 anni a Londra a fare tutt’altro ora si vede sbattere le porte in faccia perchè non ha esperienza recente come infermiere.

Appena trovate lavoro, cercate una stanza o appartamento con il contratto e tutto a regola, vi risparmierete un sacco di grane in seguito. Non state solo con italiani, non solo non imparerete mai la lingua come molti italiani a Londra che ci abitano da una vita e ancora parlano e scrivono come analfabeti, non avrete tutto quello che potete avere da Londra se vivete solo all’italiana.

Piantatela di lamentarvi, nessuno vi ha costretto a venire qui, in Italia se vi accontentate un lavoro lo trovate, dove vengocercano disperatamente personale per una casa di riposo e NON LO TROVANO,  se venite qui dovete essere felici di esserlo e motivati a rimanere.

Non pensiate di essere meglio degli altri, siete immigrati, non dovete accettare condizioni di lavoro terribili senza dire niente ma non potete nemmeno credere di essere speciali e di meritarvi un trattamento speciale!!

Non venite qui pensando che la vostra laurea valga subito qualcosa, qui cercano esperienza, esperienza + esperienza, davanti all’esperienza, le lauree passano sempre in secondo piano.

“Tutto dipende dalle nostre scelte che è la cosa che mi piace di più”

Sono convinta che Londra non sia il posto adatto a tutti, non ha lavoro buono per tutti e per trovare un buon lavoro,  bisogna avere qualcosa che non hanno tutti. Non è sempre facile.

Pensateci prima di venire e se vedete che le cose non vanno come speravate, andatevene, non buttate via tempo prezioso.

È tanto triste vedere italiani che vivono a Londra da tantissimo tempo che non hanno combinato tanto sia dal punto di vista professionale che quello personale, si lamentano in continuazione, ma intanto restano qui.

Secondo me, meglio fare una ritirata nel giro di un anno, che rimanere anni a soffrire. Se non l’avete nel cuore, Londra non vi regala nulla, ve lo assicuro.

 

Rossella

 

Altre esperienze di italiani a Londra

[su_posts posts_per_page=”3″ tax_term=”64″ order=”desc” orderby=”rand”]

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 Complete Italian Step-by-Step
OffertaBestseller No. 3 All in One Grammar Italian edition with Answers and Audio CDs (2) [Lingua inglese]

Ultimo aggiornamento 2022-01-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Gloria non consiglia di venire a vivere in UK per una serie di motivi
"Venite consapevoli qui non é una pacchia"
Grazia aspetta i turisti italiani a Londra dal 7 giugno
Testimonianza di Valeria che lavora nelle risorse umane a Londra
- Unknow (10)
Franco parla di poca burocrazia e possibilità di realizzarsi a Londra
un'italiana a Londra (3)
"Non venite con l'idea che qui tutto è facile"
Giorgio lavora nel customer service a Londra
Claudio ha 61 anni e racconta la sua 'straordinaria' esperienza a Bristol
Giacinta scrive di non aver mai visto un vero lockdown a Londra
Nadia parla della zona di Wandsworth e della sua esperienza in Devon
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: