Cirencester: la vecchia cittadina romana nei Cotswolds

cirencester
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su pinterest
Pinterest

Tabella dei Contenuti

Pronto a Partire?

Biglietti autobus economici della National Express per centinaia di destinazioni

Scopri le offerte

Trova un albergo

Albergo, hotel di lusso, B&B o appartamento, trova quello che ti serve in questa zona

Se vi trovate in Gran Bretagna, ci sono tanti motivi per visitare Cirencester, una cittadina nel Gloucestershire di origine romana, prima di tutto si trova nei Cotswolds, la magnifica zona di cottages e colline. Offre un ottimo punto di partenza per esplorare la zona e non per niente viene spesso chiamata la capitale delle Cotswolds

. Nonostante sia relativamente piccola con circa 20 mila abitanti, è una specie di hub per i mezzi pubblici locali, da qui potete andare quasi ovunque nei Cotswolds con gli autobus.  Si trova a circa 20 km da Cheltenham, in una zona famosa per la sua bella campagna inglese.  Non ha una vita serale e notturna molto eccitante, come si può immaginare viste le dimensioni della cittadina, ma troverete molti pubs tipici e interessanti.

Cirencester ha un’antica storia, era una delle prima cittadine romane insieme a Chichester, Londra e St Albans. In realtà a quei tempi era la seconda città dopo Londra. I romani la chiamarono Corinium Dobunnorum. Era importante durante il periodo romano ma anche nel nel medioevo quando, come tanti altri posti in Inghilterra, era diventata ricca commerciando lana. 

Rimane,almeno in parte,  l’anfiteatro romano, con la sua inconfondibile forma anche se coperto da erba. Potete visitarlo gratis quando volete.

Si dice che potesse contenere 8000 spettatori e quindi era, da quello che sappiamo, il più grande nell’Inghilterra romana. Fu abbandonato per secoli dopo che i Romani se ne andarono ma sembra che fosse usato nel Medioevo per lotte tra tori.

Se vi interessano la storia e arte romane potete visitare il Corinium Museum. Troverete ricostruzioni, video e display interattivi riportano in vita la storia. Tra i punti salienti ci sono alcuni bellissimi mosaici pavimentali, trovati nella zona e tra cui un mosaico del 300 creato dagli abitanti della britannia romana, raffigurante il mitico suonatore di lira Orfeo. Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale.

Ci sono anche un paio di vecchie ville romane e altri reperti romani nella zona di Cirencester che potete visitare anche se purtroppo del foro e basilica costruiti dai Romani non rimane traccia.

Edifici storici a Cirencester

In seguito gli anglosassoni presero possesso della cittadina fino all’arrivo dei Normanni nel 1100.

Il Medioevo fu un buon periodo per Cirencester che divenne un importante centro per il commercio di lana e tessili. In quel periodo fu costruita una grande abbazia che Enrico VIII in seguito fece distruggere. Ora potete solo vedere qualche rovina. Rimane ancora la bella chiesa in stile gotico.

Circenster continuò a prosperare come posto di sosta di carrozze e viaggiatori e in seguito collegata al resto del paese da canali continuò a vedere un continuo passaggio di merci e persone.

Circenster ospita il college agrario più vecchio di tutti i paesi di lingua inglese e la chiesa Battista più vecchia del Regno Unito. Potete anche visitare il vasto parco con la villa della famiglia Bathurst, una vecchia famiglia nobile di conti. Potete visitare il parco gratis (anche se ora intendono introdurre un pagamento per i non residenti) e vedere le siepi più alte del Regno Unito.

Questa piccola cittadina del Gloucestershire si trova non lontano dal fiume Tamigi ma non è l’unico corso d’acqua in zona,  infatti viene attraversata dal fiume Churn che è un affluente del fiume che passa da Londra. 

Ora se volete andarci per turismo ha il vantaggio di non essere piena di turisti come certe località vicine, pur avendo un bel centro, case medievali e dell’epoca vittoriana. Per qualche strano motivo ancora non è stata scoperta dal turismo di massa.

Lo shopping a Cirencester

Cirencester ha tanti negozi interessanti e unici e fare lo shopping qui è un vero piacere. Solo esplorare le viuzze del centro con i tanti piccoli negozietti può farvi passare ore. 

I cortili con il loro stile individuale e le numerose strade storiche che si irradiano dal centro della città. Cirencester è rinomata per i suoi negozi molto speciali, le boutique individuali, gli affascinanti negozi di antiquariato e le botteghe artigiane, nonché le catene di negozi nazionali. Cercate di uscire dalle strade principali ed esplorate le vecchie stradine storiche, non perdetevi  The Woolmarket situato al largo di Dyer Street e Stable Yard, a cui si accede tramite la deliziosa Black Jack Street. Potete anche scoprire qualche tranquillo coffee shop o tea room nascosti. 

Come arrivare a Cirencester?

National Express ha dei servizi autobus frequenti ed economici da Londra e altre citta’ dell’Inghilterra. Conviene rimanerci almeno 3 giorni per potere esplorare un po’ la zona dei Cotsworlds.

 

Booking.com

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Untitled-design-28-1
Mortehoe in Devon; cosa vedere e come arrivarci
stgeorges
Londra sconosciuta: St George di Bloomsbury (con il Comedy Museum)
Kentwell Hall
Kentwell Hall nel Suffolk, una vecchia casa dei tempi dei Tudor
ruislip lido
Boschi antichi che potete raggiungere con la metropolitana
LondraNews - 2021-06-28T132224
St James's Park a Londra, il parco di Enrico VIII e Anna Bolena
asvoy chapel
The Savoy Chapel sullo Strand (si, viene dalla casa Savoia)
bude in cornovaglia
Bude in Cornovaglia, la patria del surf britannico
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Machynlleth in Galles, poco conosciuto ma posto che offre molto
beaconsfield
Beaconsfield, un villaggio medievale appena fuori Londra
mercati delle pulci di Londra
Alcuni tra i migliori mercati delle pulci di Londra

Commenta

Torna su