Castel CombePer chi vive in una città come Londra, ed ha voglia  “scappare” per un paio di giorni dallo stress, dal rumore e dalla frenesia della metropoli tentacolare, l’ideale è rifugiarsi nella rilassante campagna inglese e visitare qualche tranquilla cittadina a poche ore di distanza.

Bath Spa, località del Sud Ovest  nella contea del Somerset, è famosa, fin dall’antichità, per essere un centro termale: il suo nome, infatti, prende origine dalle terme romane o bagni, in inglese appunto “bath“, ed è circondata dall’area collinare chiamata Cotswolds, splendido esempio di campagna inglese, costellata da paesaggi incantevoli e piccoli villaggi dove il tempo sembra essersi fermato. Tra questi, il villaggio forse più rinomato è Castle Combe, proclamato nel 1962 il più bel paesino d’Inghilterra.

Prova l’ itinerario Itinerario Bath – Castle Combe

Da Londra si può raggiungere facilmente Bath in treno o in pullman: la prima soluzione è più costosa ma più breve, dalla stazione London Paddington, infatti, si arriva a Bath in un’ora ed un quarto circa;  il pullman della National Express, invece, vi porterà a Bath in due ore e quarantacinque minuti ma è senz’altro più economico.

Gli alloggi a Bath non sono molto convenienti, in quanto località turistica molto rinomata, quindi la soluzione migliore è cercare una stanza in uno dei tanti bed&breakfast che si trovano nella città e nei suoi dintorni, molto carini, accoglienti, familiari e, soprattutto, più abbordabili economicamente.

Itinerario Bath – Castle CombeLa mia ragazza ed io siamo partiti alle 20 da Victoria Coach Station con La National Express e siamo arrivati a Bath verso le 22:45 per poi raggiungere in dieci minuti di cammino, ammirando la suggestiva città di notte, il nostro alloggio, un grazioso B&B a pochi passi dal centro cittadino.

La principale attrazione di Bath è, come accennato precedentemente, le terme romane, scoperte dai Celti, ma sviluppate dai Romani che vi crearono un centro termale di primaria importanza (Aquae Sulis). Le terme, tutt’ora alimentate dall’acqua calda naturale,  possono essere  ammirate, al costo di £13,50, nel museo “The Roman Bath”, edificio risalente al 1700, il quale racchiude anche resti e ricostruzioni degli edifici adiacenti allo stabilimento termale, come il Tempio di Minerva ed un museo romano di importanza internazionale.

L’intero complesso è un’eccellente esempio di conservazione dei beni culturali unito al marketing culturale ed esperienziale che permette al visitatore di immergersi nell’atmosfera dell’epoca grazie ad un’accurata riproduzione degli ambienti e proiezioni murali che fanno letteralmente “rivivere” gli ambienti e le sale del complesso termale.

Ma non ci sono solo le terme a Bath. Usciti dal complesso museale troverete subito alla vostra destra l’Abbazia di Bath (Bath Abbey), in stile gotico e molto suggestiva di notte e,  a pochi minuti di cammino, il Pultney Bridge, caratteristico ponte in stile palladiano sul fiume Avon, costruito nel 1877,  il quale  richiama Ponte Vecchio a Firenze perché è uno dei quattro ponti al mondo ad avere negozi e locali in entrambi i lati.

Itinerario Bath – Castle CombeIncantevoli sono le piccole Tea Room che si trovano lungo il ponte dove poter sorseggiare del tè e godere della vista del fiume.  Davanti al ponte la Victoria Art Gallery con opere  di artisti famosi dal XV secolo ai nostri giorni. Noi abbiamo avuto la fortuna di trovare una piccola mostra temporanea, “Modern Artists in Print”, che ci ha permesso di ammirare, a soli £3,50, alcune opere di Matisse, Andy Warhol, Picasso e Salvador Dalì.

Bath è un’elegante cittadina in stile georgiano e le più importanti manifestazioni di questo stile sono senza dubbio il Circus ed il Royal Crescent. Poco lontano dal Circus, e precisamente al numero 25 di Gay Street possiamo trovare la casa dove visse per alcuni mesi la scrittrice Jane Austen, mentre al numero 40 della stessa via c’è il Jane Austen Centre. Fuori dalla tipica zona turistica, affascinante è Prior Park Landscape Gardens, tipico parco inglese  ad una decina di minuti di autobus dal centro (il numero 1 da Dorchester Street ), con uno splendido ponte palladiano. L’ingresso costa £6 ed è necessario informarsi sui giorni d’apertura prima di decidere di andarlo a visitare. Per concludere la giornata, se non si è troppo stanchi, consiglio una piacevole passeggiata serale nel centro storico di Bath illuminato.

Poco distante da Bath e facilmente raggiungibile c’è Castle Combe, piccolo villaggio di 350 abitanti nella contea di Wiltshire,  autentico gioiellino immerso nella campagna inglese dei Cotswolds. Si può godere della sua bellezza passeggiando  dalla cima della collina, in cui possiamo ammirare una tipica village puond, caratteristica costruzione dei villaggi medioevali inglesi, un muro di pietra che serviva da recinto per gli animali da cortile scappati dai rispettivi padroni.

Terme romane di Bath nel Somerset, vale la pena vederle?

Dopo pochi metri la Dower House, particolare abitazione famosa per essere stata la location del celebre film del 1967 Dr Doolittle. Proseguendo si raggiunge il Market Cross, antica sede del mercato locale costruita nel quattordicesimo secolo.

Di grande interesse è l’antica St. Andrew’s Church, risalente al XIII-XIV secolo, con dentro la tomba di Sir Walter de Dunstanville, crociato e signore del feudo di Combe morto probabilmente in battaglia, conserva un’antico orologio astronomico ancora funzionante, probabilmente costruito nel tardo XV secolo.

 

Proseguendo per la via principale, tra pace, fiori, cigni e profumi di casa,  si raggiunge un incantevole ponte sul fiume Bybrook ed la  Manor House, antica country house-hotel costruita nel XIV secolo. A nord del villaggio si possono, inoltre,  ancora visitare i pochi resti del castello medievale che un tempo dominava il paese. Per una pausa consiglio vivamente di fermarsi al White Hurt, antico pub inglese di Castle Combe dove poter degustare dell’ottima birra locale ed eccellenti e abbondanti specialità della zona.

Castle Combe è facilmente raggiungibile da Bath con un bus di linea o con il treno in dieci minuti o poco più che vi porterà fino alla storica cittadina di Chippenham, da dove potete prendere il  bus numero 54 diretto al centro del villaggio di  Castle Combe in una ventina di minuti. Per il ritorno a Londra potete scegliere se tornare a Bath per riprendere il bus della National Express o se invece usufruire del treno per London Paddington che potete prendere direttamente alla stazione di Chippenham.

Giuseppe Pompei

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.