La cattedrale di Peterborough è considerata tra le più belle cattedrali in Inghilterra, vi impressionerà sicuramente a cominciare dalla magnifica facciata gotica. A livello architettonico è considerata un esempio unico e mai ripetuto di gotico inglese.

La cattedrale risale al 1118 e fu costruita nel posto dove si trovava un monastero del 700 e un abbazia benedettina che fu distrutta in un incendio nel 1116. Come prevedibile ci vollero anni per completarla.

Il soffitto in legno dipinto, anche questo quasi unico infatti ne esistono solo 4 al mondo di simili, fu completato nel 1250. Il soffitto certamente aiuta a dare quel senso di leggerezza che trovate all’interno della cattedrale, che riesce ad essere maestosa e umile in un colpo solo.

 

La torre principale della cattedrale di Peterborough fu completata nel 1350–1380 ed è in uno stile gotico con tracce di romanesco e fu ricostruita pezzo per pezzo nel 1800. Qui potete anche vedere la tomba di una delle mogli di Enrico VIII: Caterina d’Aragona.

peterborough

Non potete perderla, molti ancora ci lasciano i fiori anche se è morta nel 1536. Per un periodo anche Maria Stuarda fu seppellita qui, ma in seguito il figlio che diventò il re Giacomo I la fece spostare a Westminster Abbey.

Foto: © Copyright Julian Dowse and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Un tempo la cattedrale di Peterborough ospitava reliquie di diversi santi incluso St Thomas Becket, ma con la dissoluzione dei monasteri di Enrico VIII tutte queste reliquie furono distrutte o andarono perdute.

La cattedrale è assimetrica, infatti una delle due torri che si trovano appena dietro la grande facciata non fu mai completata, ma l’assimetria si nota solo ad una certa distanza.

Visita il castello di Bamburgh nel Northumberland

Come arrivare alla cattedrale di Peterborough

Potete far entrare la visita alla cattedrale di Peterborough in una gita di un giorno da Londra. Si tratta di un oretta circa di treno e 2 ore circa in autobus della National Express che spesso offre prezzi scontatissimi.



Booking.com

Foto: © Copyright John Nickolls and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Se non potete visitarla, guardate almeno il video qui sotto