Si dice sia la strada più visitata d’Europa, certamente è una delle più famose e caratteristiche di tutto il Regno Unito. Alcuni degli edifici che vedete ora su The Shambles a York risalgono al 1300, avrete comunque una bella scelta di case del 1400 e in stile Tudor.

Foto: © Copyright John M Wheatley and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Molte case tendono a pendere in avanti, quindi se guardate alla strada le case da un lato quasi incontrano quelle del lato opposto, gli abitanti potevano praticamente darsi la mano.

Inghilterra. Galles. Londra e le città d’arte, parchi, castelli, cattedrali. Con guida alle informazioni pratiche

The Shambles una volta significa il macello all’aperto o il mercato della carne e quindi troverete delle Shambles in tante cittadine britanniche, ma nessuna ha il fascino di quella di York. In quello di York nel 1872 c’erano ancora 26 macellari attivi, quindi non ci vuole molto a capire che succedeva qui nel medioevo. A Shambles  a Yorkviveva anche St Margaret Clitherow una santa cattolica che era (guardshamblesa caso) la moglie di un macellaio.

Ovviamente essendo una strada tanto visitata, troverete sempre milioni di turisti e invece dei macellai negozi che vendono souvenir ai turisti, ci sono anche negozi che vendono di tutto dalle borsette al cioccolato.

Certamente ha ancora fascino e certamente dovete visitarla se passate da York ma se pensate di trovare qualcosa di tranquillo e non adulterato, rimarrete delusi.

Se invece vi piace la confusione, venite d’estate quando la via sarà anche piena di giocolieri, buskers e acrobati un po’ come il Covent Garden di Londra. Nonostante tutto The Shambles a York  vi darà una buona idea di come una strada medievale era veramente. Pensate solo a come era facile il contagio di malattie infettive come la peste.

Foto: © Copyright Derek Voller and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come arrivare a the Shambles a York ?

Se prendete il treno visitare York può essere una gita di un giorno, infatti sono circa 2 ore di treno. Ma York si merita anche più di un giorno di tempo e potete anche prendere un autobus della National Express che spesso offre prezzi stracciati e un buon servizio.

Visitiamo il castello di Dunstanburgh nel NorthumberlandAltri articoli da leggere:

Cambridge

Da dove viene il nome Cambridge?

Una domanda difficile da rispondere. Sappiamo che ai tempi dei romani Cambridge si chiamava Camboritum ma questo nome non fu più usato dopo la caduta dell’impero romano. A quei tempi la città si chiamava Grantacaestir. Come siamo arrivati al nome di Cambridge attuale? Nella famosa storia ecclesiastica di Bede, scritta nel 700 circa, esiste un episodio che […]

0 comments
parco nazionale della new forest

Visita il parco nazionale della New Forest in Inghilterra

La foresta del parco nazionale della New Forest non è per niente nuova, questa zona era già usata per l’agricultura prima dell’arrivo dei Normanni e vi si trovano molti reperti archeologici del periodo Neolitic. La zona fu presa da Guglielmo il Conquistatore e usata come riserva di caccia e recintata. In seguito altri re riaprirono […]

0 comments

Dove sono nati gli abitanti di Brighton?

Sappiamo che gli italiani sono in realtà molti di più ma non tutti compilano i moduli del censimento per poca conoscenza dell’ inglese o perchè  abitano in subaffitto o in altre condizioni precarie dove non hanno controllo completo della posta in arrivo. Testimoni oculari ci dicono che gli italiani a Brighton sono tanti, sono comunque una […]

0 comments

L’Esercito della Salvezza o Salvation Army

Girando per Londra avrete sicuramente visto tanti edifici occupati dalla Salvation Army. Sapete da dove proviene? Nel 1865 William Booth, un predicatore Metodista fondò la Christian Mission  nel Est di Londra per aiutare a sfamare i poveri. Usando lo spirito vittoriano la missione era basata su una gerarchia di tipo militare con Booth al posto di […]

0 comments
castello di carlisle

Castello di Carlisle; la sua storia e cosa vedere

Il castello di Carlisle si trova appunto nella città omonima in Cumbria, non lontano dal Vallo di Adriano, ma non risale ai tempi dei Romani, infatti è molto più recente.  Fu fatto costruire intorno al 1100 da Guglielmo II in una zona che era sempre attaccata dagli scozzesi in tempi di battaglie continue. Foto:  © Copyright […]

0 comments

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.