In che parte di Londra/Regno Unito vivi e da quanto tempo?

Vivo a Cardiff da quasi 6 anni

Come ti trovi?

Non é affatto male. Cardiff é la capitale del Galles, tuttavia ha l’anima di un “paesone” in cui la gente si conosce e si saluta per strada. Ha un passato di cittá di “working people”, larghi strati della cittá erano composti da minatori e lavoratori agricoli, Oggi é molto diversa. Ha una economia molto terziarizzata, piuttosto debole rispetto all’Inghilterra ma in crescita. Non é una cittá grandissima quindi gli spostamenti sono agevoli. Ha molti servizi ben funzionanti, ben fornita di zone verdi, parchi, laghi. E’ sede di un grande campus universitario che é cresciuto moltiscardiffsimo negli ultimi 10 anni e che ospita migliaia di ragazzi che vengono a studiare da ogni parte del mondo. É quindi una cittá giovane, “vibrant” e “laid back”. Purtroppo la capacitá di socializzazione dei gallesi in generale é di pochissimo migliore rispetto a quella dei “freddi” inglesi, quindi non ho fatto molte amicizie “locali”. Conosco soprattutto italiani (sono tantissimi!!!) e persone di altre nazionalitá. Peró i gallesi che ho avuto modo di conoscere e soprattutto i miei colleghi di lavoro sono tutti gioviali e simpatici.

Foto: © Copyright Matt Rosser and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Quali sono i lati positivi di dove vivi?

Ne cito due: il costo della vita molto meno caro del resto del Regno Unito. Poi la natura. Cardiff é circondata di autentiche perle. Brecon Beacons ad esempio é un parco belissimo che si trova appena a un’ora di autobus dalla cittá. Anche le belle coste del Glamorgan a di Swansea non sono lontane. Infine cito i castelli medievali alcuni dei quali sono molto particolari – come ad esempio quello di Caerphilly.

Quali sono i lati negativi di dove vivi?

C’e’ davvero poco lavoro rispetto a Londra o Birmingham. Sono inoltre presenti molte sacche di profonda povertá. Direi che ci sono aree di Cardiff – e del Galles in generale come le Valleys – dove una parte della popolazione non ha molti sbocchi. Non studia, vive di benefits, non lavora, é completamente tagliata fuori dai benefici dell’economia britannica e subiscono tutti i difetti di un sistema sanitario a volte davvero indecente, di scuole spesso non all’altezza e di attivitá culturali e ricreative scarse. Ci sono moltissime persone che vivono chiuse nel proprio piccolo mondo, fatto di binge drinking, modelli di bellezza e comportamento fasulli e qualitá della vitá pessima perché é l’unica che si possono permettere. Per non parlare delle abitudini culinarie, che per un italiano sono da horror movie. Altro neo é – come non menzionarlo – il clima. Davvero pessimo, dato che piove moltissimo. Anche se ultimamente é un pó migliorato.

Consiglieresti la zona dove vivi ad altre persone e per quali motivi?

Tutto sommato si. Puó essere un ottimo punto di arrivo per una persona che viene fresca dall’Italia e vuole trovare un ambiente meno duro e difficile di Londra, sorpattutto meno caro e competitivo. Tuttavia io consiglio sempre di arrivare con il livello base di inglese almeno buono e con un buon “cuscinetto” economico di emergenza, perché trovare un lavoro decente in Galles non é cosa semplice. Nel caso non si abbia un CV eccellente, un inglese altrettanto ottimo e profili professionali altamente ricercati, bisogna armarsi di pazienza ed essere nelle condizioni di poter resistere per un pó di tempo senza lavoro o facendo lavori saltuari.

Puoi raccontarci anche tu della zona dove vivi compilando questo breve questionario e metti la tua testimonianza  su questa cartina