Vittorio scrive che non si lascia il proprio paese solo per arrancare

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Quando sei venuto/a  a Londra/Regno Unito?

Aprile 2017

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

No, tutto organizzato bene e si trovano case molto belle cercandole e fuori dalla zona 1/2

Come hai cercato lavoro?

online e agenzie.

Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Passaggio diretto dall’Italia

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Financial analyst

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?

Laurea e lavoravo per una banca in Italia

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Ottimo

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Non male, faccio lo stesso lavoro che facevo in Italia ma prendo tre volte tanto e ho un ambiente migliore e meno complessato. In Italia si vive nella paranoia totale e non si vive bene, qui respiro e non faccio incubi

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Si, ma dovete essere preparati e venire qua a fare qualcosa di buono, venire a campare allora no, non avrete il rispetto di nessuno. Se volete campare andate a Milano, almeno parlano la vostra lingua. Non venite a fare i camerieri e vivere in condivisione.

Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Se volete volare e non siete mediocri, venite a Londra, dovrete dimostrare di essere meglio della media o affonderete. I mediocri non vivono bene con i costi di Londra si arrangiano e arrancano ma non si lascia mai il proprio paese (che io amo) per arrancare soltanto. Siete pronti alla sfida? Gli italiani che sono qua e stanno bene sono probabilmente nel 5-10% della popolazione per quanto riguarda il quoziente intellettivo, il meglio dell’Italia scappa a Londra. Non occorre avere 3 lauree e nemmeno lavorare come dei forsennati, occorre proprio l’intelligenza nuda e cruda.

Puoi anche tu compilare questo sondaggio quifollow

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi quie

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Lascia un commento

Rispondi

I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Dizionario giurieconomico. English-italian, italiano-inglese. Con voci dell'american english
OffertaBestseller No. 2 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 3 English Mistakes Italians Make (English Edition)

Ultimo aggiornamento 2021-12-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Storie ed esperienze di italiani a Manchester
Dove trovare un po' di Sicilia a Londra!
Eventi che possono interessare gli italiani a Londra o Gran Bretagna
"Le persone, dove vivo io, sono ancora in giro"
Sono venuta a Londra per la famiglia reale
"Le opportunità ci sono ma nessuno regala niente"
Sei preoccupato della possibilità di un Brexit senza accordo?
Giancarlo scrive da Londra dell'approccio diverso britannico
Talk of businesswomen
CV di una persona che vuole lavorare a contatto con il pubblico
Simone afferma che la meritocrazia fa da padrona a Londra
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: