Shortbread, i frollini scozzesi conosciuti in tutto il mondo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Conosci sicuramente i famosi shortbread scozzesi, quelli di pasta frolla fatti col burro freddo. Lo shortbread o shortbread biscuits (noto anche come shortie) sono classici biscotti scozzesi fatti con una parte di zucchero bianco, due parti di burro e tre o quattro parti di farina di grano tenero e spesso un pizzico di sale.

La pasta frolla, a differenza di molti altri biscotti e prodotti da forno, non contiene agenti lievitanti come lievito o bicarbonato di sodio. La pasta frolla era una prelibatezza costosa conservata per eventi speciali come matrimoni, Natale e Capodanno. Nelle Shetland, una torta di pasta frolla decorata veniva spezzata sulla testa di una nuova moglie. La tradizione di mangiare la pasta frolla durante il capodanno risale agli antichi dolci pagani di Yule.

La cucina scozzese è sempre stata distinta da quella inglese. Non influenzata dalla cucina degli antichi Romani come quella inglese fu invece influenzata da quella francese durante il regno di Maria Regina di Scozia. Inoltre molti aristocratici inglesi avevano tenute in Scozia e nacque quindi una tradizione di grande cucina per accontentare i palati dei ricchi.  La regina Vittoria e il principe Alberto acquistarono Balmoral nel 1800, portando con sé la sontuosa gastronomia della corte inglese, oltre ai cibi tradizionali scozzesi. Ancora ora ci sono coloro che giurano che la cucina scozzese sia meglio di quella inglese. Uno dei prodotti più famosi all’estero sono indubbiamente i biscotti shortbreads. 

Il termine shortbread proviene dalla sua consistenza friabile, infatti un antico significato di short era friabile, mentre lungo era elastico. 

L’alto contenuto di grassi del burro contribuisce alla sua morbidezza. Il grasso inibisce la produzione di lunghi filamenti proteici (glutine), risultando in una consistenza corta o friabile.

Le origini della pasta frolla sono “pane biscotto” medievale. In un forno statico e  basso, l’impasto veniva cotto in una fetta biscottata: Le origini della pasta frolla possono essere fatte risalire alla Scozia. La pasta frolla si è evoluta da un pane biscotto medievale, che era un panino cotto due volte e arricchito, ricoperto di zucchero e spezie e indurito in un biscotto duro, secco e zuccherato noto come fette biscottate. [Alla fine, il lievito nella ricetta originale delle fette biscottate fu sostituito dal burro, che stava diventando più popolare nel Regno Unito e in Irlanda.Il biscotto è diventato frollino quando il burro ha sostituito il lievito.

Sebbene la pasta frolla sia nata in Scozia ha  probabilmente beneficiato del contatto culturale con i pasticceri francesi durante l’Auld Alliance tra Francia e Scozia, la raffinatezza della pasta frolla è ampiamente attribuita a Maria, regina di Scozia nel XVI secolo.

Mary, regina di Scozia, era nota per apprezzare il Petticoat Tails, una pasta frolla sottile, croccante e burrosa originariamente speziata con semi di cumino.

Il nome di questi biscotti ha due spiegazioni. La parola “coda sottoveste” potrebbe essere una corruzione del francese petites gatelles.

Potrebbero risalire al 1100, ma potrebbero essere più antichi. I triangoli formano un cerchio, come il tessuto utilizzato per realizzare una sottoveste a tutto tondo durante il regno di Elisabetta I

Quindi i principali tipi di shortbread i cerchi segmentate in fette chiamati Petticoat Tails, biscotti rotondi individuali o round shortbreads o una forma rettangolare “dita” ovvero shortbread fingers.

La signora McLintock, una scozzese, pubblicò la prima ricetta stampata nel 1736. Ora ci sono centinaia di variazioni, alcune sono regionali e tradizionali, come succede per i piatti italiani, spesso diverse famiglie usano ricette diverse. Ci sono poi variazioni moderne con la sperimentazione ispirata dai social media. Ci sono quelle con il cioccolato, con uno strato di caramello, con lo zucchero a vero o contenenti spezie diverse. 

Ora conosciamo tutti gli shortbread scozzesi confezionati, in particolare Walkers Shortbread Ltd che deve essere il più conosciuto all’estero. I biscotti Walkers sono buoni ma se andate in Scozia cercate subito di mangiare un buon shortbread tradizionale  e artigianale.  

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

LondraNews (13)
Londra, l'ufficio metereologico ha emesso il primo allarme per caldo estremo
LondraNews (88)
Quali sono le attrazioni a pagamento che vale la pena visitare in Gran Bretagna?
Londra, arte al neon al Covent Garden
LondraNews
Londra, McDonald's lancia il primo hamburger vegano nel Regno Unito
LondraNews - 2021-07-04T184242
Londra, alcuni scienziati sono preoccupati della nuova strategia del governo

Boris Johnson vorrebbe stare al governo almeno 10 anni, pensi che ci riuscirà?

Torna su