Siate positivi, semplici e sereni…
Siate positivi, semplici e sereni…

kingsDa quanto tempo sei in UK e come ti trovi?

Venuta a Londra nel 1990, vivo qui da 23 anni.

Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?

Ho studiato qui, ho lavorato nell’industria dei trasporti e fatto teatro lirico tutta la mia vita, grazie all’incoraggiamento e supporto da insegnanti e fans, nonche’ alle varie opportunita’ teatrali per dilettanti. Oggi organizzo concerti di Lirica per me ed altri artisti, per introdurre quest’arte a nuovi audience e renderla piu’ accessibile alla comunita’.

Foto LicenseAttribution Some rights reserved by Martin Pettitt

Secondo te quali sono i principali lati negativi di Londra/UK?

Sempre piu’ servizi sono limitati a linee telefoniche ed elettroniche.

E quali sono i lati positivi?

Il Regno Unito e’ una meritocrazia, dove la liberta’ ed i diritti umani e dell’intero creato sono rispettati (quando non lo sono la legge e’ impugnabile). I lavoro e’ aperto a tutti, inclusa la gente disabile. Per chi non lavora, il governo offer assistenze monetarie e pratiche.

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?

In Italia ho sempre incontrato discriminazione, negativita’ ed egoismo. Credo che questi anni vissuti a Londra mi hanno reso una persona veramente forte e libera, ho conosciuto e sposato una famiglia che amo e vivo in una zona circondata da parchi, con una bella comunita’ dove i miei figli crescono gioiosamente. Certo che lo rifarei!

Ritorneresti in Italia?

L’Italia ha tante possibilita’, una storia di cui e’ fiera l’intera Europa! Vorrei tornare per ispirare la gente ad essere piu’ positiva e proattiva con le mie idee ed esperienze.

Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?

E’ importante viaggiare e vivere in citta’ estere per la formazione del nostro spirito, ma e’ importante essere preparati: imparate la lingua prima di venire, almeno in parte! Ci sono corsi gratis su internet. Siate positivi, semplici e sereni e tutte le porte vi saranno aperte. Cercate lavoro nei pub, negozi o come autisti di mezzi, ma lavorate con Inglesi o non imparerete mai ne’ lingua ne’ cultura locale. Se possibile, fate volontariato gratuito nella comunita’! Molte chiese hanno gruppi che organizzano visite agli ospedali e servizi alimentari per i poveri, ma anche enti non-ecclesiali organizzano supporto comunitario per anziani e disabili: il volontariato aiuta la lingua, i contatti sociali ed incrementa il valore del vostro curriculum.

Se  abiti in UK e vuoi anche tu raccontare la tua esperienza puoi compilare questo breve questionario

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

1 commento

  1. Beh devo dire che mi trovo pienamente daccordo con lei, mi rispecchio molto tra queste righe, anch’io la penso così. Sopratutto parlando della nostra Italia! Comunque sia, mi chiamo Matteo, ho quasi 22 anni e scrivo dall’Abruzzo. 🙂 Esperienze lavorative sinceramente zero, ho finito gli studi da 2 anni e la difficoltà è davvero incredibile, quasi assurda (anzi, senza quasi, lo è veramente). Le mie uniche esperienze sono il canto e le giostre (sia per adulti che per i piccoli), dove ho lavorato e continuo ad aiutare quando serve, da quando avevo 10 anni. Quindi carattere e personalità non mancano, non mi ritengo un ragazzo timido, affatto. So relazionare molto bene con gli altri, mi ritengo un ragazzo piuttosto aperto. Oggi come non mai sto seriamente pensando di trasferirmi a Londra per un paio di mesi, lei offre qualche lavoro? di ogni tipo intendo, grazie e aspetto notizie! Se vuole può rispondermi presso questo indirizzo email: petruccimatteo@alice.it

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.