Silvia scrive di laureati che lavorano nei coffee shops

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.
2015
 
Prima da amici e poi ho preso in affitto un’ appartamento tramite agenzia immobiliare. Ho comprato casa due anni fa, ma a Coventry dove vivo e lavoro.
 
Online
 
Due settimane.
 
Laura triennale in science giuridiche, ma ho svolto in Italia lavori diversi dal mio percorso di studi.
 
Buono
 
Commessa in un negozio di abbigliamento, ora lavoro da due anni per il Council.
 
Londra é stata molto interessante ed elettrizzante ma poi é stato meglio trasferirmi nel Warwickshire, meno caotico e meno costoso.
 
Molto duro vivere in U.K., troppo lontani dal nostro stile di vita di noi Italiani, per loro sei sempre un immigrato, tollerato. Il grigiore del loro tempo metereologico avvolge tutta la loro vita piuttosto monotona e ripetitiva. In Italia se hai un vero lavoro, si Vive mille volte meglio rispetto al Regno Unito.
 
Pensateci molto bene e valutate se siete disposti a fare lavori totalmente diversi da ció che sono le vostre ambizioni e spesso lavori umili e logoranti. Ho visto con i miei occhi ingegneri e altri laureati lavorare in case di riposo, o in coffee shops… Inoltre dovete essere forti mentalmente e saper pazientare per poi arrivare finalmente ad avere un lavoro migliore.

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
come funziona la meritocrazia
Lettrice che lavora per musei a Londra spiega come funziona la meritocrazia
un'italiana a Londra
Brutti momenti per noi immigrati nel Regno Unito
My Post (9)
Smettetela di criticare Londra!
- Unknow (7)
Serena consiglia di partire ma non fermarsi solo alle grandi città
a voi la parola
Esperienza di una italiana a Bournemouth
un'italiana a Londra (1)
"Fidatevi solo di voi stessi. mai e dico mai degli italiani"
- Unknow
Maciste scrive che si può vivere a lungo a Londra, ma non è per tutti
Bubble and Squeak
Bubble and Squeak; ricetta semplice britannica
- Unknow (3)
L'esperienza di un italiano che lavora come assistente cuoco a Londra
Ho scelto di trasformare la mia vita a Londra
Ho scelto di trasformare la mia vita a Londra
Torna su