a voi la parola (7)

Simone afferma che la meritocrazia fa da padrona a Londra

1/10/2016
 
Inizialmente mi sono affidato ad una scuola d’inglese per le prime due settimane che offriva alloggio, in queste due settimane ho trovato una stanza tramite un’app.
 
Inizialmente mi sono affidato ad un’agenzia, mi ha fatto fare qualche trial shift (prova) e alla fine ho scelto il mio favorito e dopo di che ho lavorato nello stesso ristorante per 1 anno.
 
2 settimane,ovviamente dipende tutto in quale ambito lavorativo la tempistica cambia.

 

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo? 

Laurea in economia del turismo
 
Intermedio B1
 
Ho iniziato come runner (commie di sala). Adesso lavoro da 3 anni in un hotel a 5 stelle, i primi due anni cameriere e il terzo anno da Bartender.
 
Come premessa Londra non è per tutti sebbene offre a tutti tante possibilità. Nessuno ti regala niente e la meritocrazia fa da padrona. Un consiglio, non lavorare presso datori di lavoro italiani, per svariate ragioni, tra cui la lingua, se vieni per quello allora potevi cercare lavoro a Milano.
 
Assolutamente si, scopri cosa vuoi dalla vita, e che per scalare la montagna della tua carriera non servono solo lauree, master e dottorati, ma tanta esperienza pratica nel mondo del lavoro. Inoltre se vieni a Londra cerca di aprire la mente e socializza con persone che vengono da tutto il mondo ed elimini i pregiudizi e stereotipi senzasenso,e in più ti arricchisce culturalmente.
 
Bisogna darsi coraggio e partire. Io sono partito da solo e ora dopo 4 anni ho conosciuto tantissime persone ed è una cosa di cui non mi pentirò mai. Anzi se potessi tornare indietro mi sarei trasferito dopo il diploma e avrei studiato qui in UK.

Puoi anche tu raccontare la tua esperienze, compilando il modulo qui sotto. 

2 commenti su “Simone afferma che la meritocrazia fa da padrona a Londra”

  1. UnbridledJoy

    Ma questi italiani che parlano di meritocrazia a Londra, ma mi spiegate che Kool Aid bevono?

    Ma ci vuole ‘meritocrazia’ per trovare lavori che solo gli immigrati vogliono fare?

Rispondi

Torna su