Sir Anthony Hopkins diventa il vincitore più anziano di un Oscar per il miglior attore

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Il grande attore gallese Sir Anthony Hopkins si è preso la statuetta del miglior attore agli Oscar per il film The Father (in italiano Nulla è come sembra). L’attore ha 83 anni e quindi è il più vecchio vincitore di un Oscar per il miglior attore. Il record era  del compianto Christopher Plummer, che aveva 82 anni quando  ha vinto per il film Beginners nel 2011.

  È stata una sorpresa per l’attore, infatti il favorito era Chadwick Boseman per il suo ultimo ruolo come Levee in Black Bottom di Ma Rainey. È il secondo Oscar per Sir Hopkins, infatti vince il primo per Il Silenzio degli Innocenti nel 1992. Si tratta anche del periodo di tempo più lungo tra due Oscar vinti dallo stesso attore. 

La cerimonia aveva solo 170 spettatori dal vivo e i vincitori che erano all’estero non potevano parteciparvi. Anthony Hopkins era nel suo nativo Galles in vacanza dopo aver ricevuto il premio BAFTA nel Regno Unito. 

Hopkins interpreta un uomo anziano alle prese con la perdita di memoria nel film The Father e che rifiuta l’aiuto della figlia Anne, interpretata da Olivia Colman che ha avuto una nomination per questo ruolo. .

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

30188278_grenell-tower-disaster-banner
Londra, Grenfell Tower potrebbe essere demolita, tra poco la decisione finale
LondraNews
Londra, vaccinazione ai ragazzini e niente pass COVID
4808458_the-houses-of-parliament
Londra, rivelati i piani A e B del governo contro il COVID
Untitled design
La Cornovaglia è invasa dai turisti, non ne può più
LondraNews (14)
Londra, da settembre COVID pass necessario per entrare in certi locali

Ti piacerebbe se Buckingham Palace diventasse un museo_

Torna su