Sono stufissima di leggere di persone che criticano Londra, il lavoro, la casa che hanno, la gente come se non fosse alla fine tutta colpa loro se non si trovano bene o non sono accettati.

Il lavoro che trovano corrisponde alle loro capacità reali, nessuno regala nulla a nessuno,che si lamentino meno e lavorino di più, poi vedranno che avranno risultati.

La casa corrisponde al lavoro, se riescono solo a fare lavoro a paga sindacale beh che cavolo. Quella paga è la minima minima minima che devono pagare, se valgono qualcosa la paga minima la vedono in dieci minuti. Se prendono la paga sindacale dormiranno in stanzette e ma di chi è la colpa???? Chi viene a Londra a prendere la paga sindacale? Non io no di sicuro. Con uno stipendio medio e non il minimo possibile  troveranno una bella casa.

Gente, cibo ecc. ecc. Ma avete visto come si atteggiano certi italiani a Londra? Ho conosciuto uno in aeroporto che viveva a Londra da 12 anni e si vantava ancora di non parlare inglese! Si vantava anche di votare  Lega. Lavorano a nero, affittano a nero, vivono come clandestini e ricercati. Che si integrino FFS!!! ma se gli stranieri fanno così in Italia li mandano subito da Salvini, perché gli italiani a Londra possono comportarsi diversamente? Meno ipocrisia per favore.

Anche meno chiacchere e meno bambinate, se hanno la fortuna di poter provare a Londra perché buttare via l’opportunità invece di cercare di fare qualcosa di positivo con la meritocrazia. Tanto sono sicura che  ritorneranno in Italia a lamentarsi. Sempre colpa di altri, mai di loro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.