Sognavo Londra sin da bambino..a 6 o 7 anni decisi che da grande sarei andato a vivere lì..me ne innamorai attraverso la figura di LADY DIANA ed Harry Potter!..arrivai per la prima volta a Londra nel 2012, prima delle Olimpiadi, la prima volta fu dura perchè il mio inglese era scolastico e a Gennaio era difficile trovare lavoro se non si sa come muoversi…

tornai in italia pieno di delusione nei confronti di me stesso, lo stesso anno da solo partii di nuovo per la capitale inglese, specifico da SOLO per capire se realmente era ciò che volevo, stesi 1 settimana soltanto, e lì decisi che l’Inghilterra e nello specifico Londra sarebbero stati la mia VITA!…

in Italia senza demordere lavorai in un call center per accumuulare i soldi necessari per il mio terzo viaggio ossia il mio trasferimento, nel frattempo iniziai un corso d’inglese livello b2, mi preparai al meglio!..nel 2014 all’età di 23 anni, pieno di gioia!..

arrivai a Settembre, il 18 se non erro, il primo lavoro che trovai fu tramite annuncio su Gumtree, era per un lavapiatti, per un ristorante inglese, piccolino ma tipico!..iniziai subito…in pratica dopo 7 giorni dal mio arrivo, dovevo richiedere ancora il NIN e aprire un conto, necessari per altri lavori, quindi mi feci stare bene questo lavoro, nel frattempo un mio amico mi propose un lavoro presso un ristorante indiano, accettai e per circa 2 mesi lavoravo ogni giorno srnza off day, univo i due lavori, restare a Londra era per me fondamentale e non volevo tornare per motivi finanziari!…

a Dicembre decisi di tenere solo il lavoro al ristorante inglese, mi piaceva tanto conversare con lo chef inglese, per un discorso di pronuncia e orecchio..con l’arrivo del Natale decisi di licenziarmi seguendo le mie aspirazioni!…la lingua non era più un ostacolo, trovai lavoro per McDonald, come addetto ai clienti, mi piaceva conversare con vari clienti quindi vari accenti, varie etnie, nel frattempo dato che il mio inglese migliorava a vista d’occhio decisi di cercare dei corsi d’Arte per dipingere e disegnare dati i miei talenti..fui ammesso al Westminster College ma non fu mia intenzione iniziarlo subito…

lo avrei iniziato a Settembre 2015.. A Gennaio 2015 iniziai quindi il lavoro d McDonald, avevo il mio NIN, il mio Conto, dovevo solo occuparmi del mio dottore, ma non rientrava nelle mie priorità, a Marzo ottenni un nuovo lavoro, nello specifico come FIORISTA data la mia precedente esperienza in Italia e il mio amore per l’Arte!…avrei iniziato a GIUGNO…nel frattempo vivevo il mio progetto vecchio come l’infanzia, ero felice! Avevo dei nuovi amici e soprattutto un ragazzo!…per la prima volta in vita mia ci fu spazio anche per l’amore, romantico e libero. FUI FELICE!…il mio impegno era premiato!

M la vita a volte va da se..senza preavvisi. Era il 3 Maggio 2015 quando misi piede al pronto soccorso del Westminster CHELSEA Hospital, avevo dei dolori al petto e problemi alla respirazione, seguii un ricovero in codice rosso e 7 giorni in terapia intensiva, e 3 giorni al Hammersmith Hospital, la diagnosi fu terribile – insufficienza renale terminale e la necessità di un trapianto renale..i dottori eccezionali data la serietà della situazione mi invitarono a tornare in Italia dalla mia famiglia a cui tenni tutto segreto fino alla fine, non volevo tornare, ovviamente fui testardo e avrei preferito stare lì nella mia amata Londra..

ma data la complessità del caso i dottori in stato di emergenza mi fecero tornare a casa dalla mia famiglia, spiegai tutto ai miei genitori e il giorno dopo mi trovai in Italia, tornavo pieno di rabbia, perchè non volevo lasciare la mia AMATA INGHILTERRA!..dovevo tornare solo per la mia famiglia..e con essa inizia un percorso nuovo, in ogni cartella clinica e in ogni singolo colloquio Londra era lì presente, perchè come ogni vero amore, esso non conosce distanza.

Adesso mi trovo in lista di attesa per il trapianto, in Italia, nel frattempo ho deciso di iniziare a studiare arte qui, e un giorno tornerò a Londra, non esiste brexit che ci possa separare, amo tutto di Londra dagli odori alle strade, in particolare i marciapiedi..sempre ordinati e unici. Ci sono persone che si innamorano di altre persona e poi ci sono altri che si innamorano delle Città ed io nonostante il dolore Amo Londra!

lo so…lo so..la salute viene prima di tutto ma tengo a precisare che sono tornato solo per la mia famiglia, e nel frattempo ho trovato la mia migliore Amica..il ritorno fu duro e crudele ma dato che non so se potrò tornare a vivere a Londra perchè prima dei miei sogni andranno avanti le mie medicine, non so cosa mi riservi il futuro ma voglio sorridere perchè sono vivo…

sorrido perchè spero non sia troppo lontano il momento in cui rimetterò piede a Londra, anche solo per vacanza, Londra non si potrà separare da me nè io da Lei. gli shared flat, i lavori di base, la brexit sono solo stronzate perchè se Ami davvero una città la ami totalmente…e lotti per questo AMORE!

Ho aspettato 2 anni prima di raccontare a qualcuno la mia storia, sono disponibile per ogni vostro contatto e chiarimento…non so quando tempo passerà ma sono certo che tornerò dalla mia AMATA LONDRA!
Fabrizio

Se anche tu vuoi raccontare la tua esperienza e vederla pubblicata, puoi farlo qui sotto.

Commenta