Solo una minoranza indossa le mascherine qui a Londra

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Vivo a Willesden, un quartiere che appartiene al Brent, area che ha un numero sempre maggiori di contagi. Sto lavorando da casa, esco il meno possibile ma dalla finestra vedo la strada principale. Occhio e croce direi che solo circa 30% indossa la mascherina. Forse anche meno. Sono anche prevalentemente africani e indiani che la indossano, i bianchi raramente hanno la mascherina. Quei pochi che vedo che ce l’hanno scommetto che sono italiani, spagnoli o forse anche polacchi. 

 I ristoranti e pub in zona sono prevalentemente vuoti e vuoi erano anche sabato sera, i grandi parti strombazzati tanto dai giornali italiani sono accaduti solo a Soho. I giornali inglesi non sono meglio.

Sono rimasta schifata dalla reazione del governo e dei giornali. La troppa leggerezza che implicitamente o meno comunica che ai british non succede nulla di male. Non sono deboli come gli italiani e spagnoli. Non voglio fare di tutta un’erba un fascio, ho amici british che non si comportano a questo modo, le persone non riflettono il governo o giornali come The Sun. Devo purtroppo dire che il comportamento di certi giornali e politici è stato irresponsabile e criminale. 

Ho sentito anche che il padre di Boris Johnson ha evitato illegalmente di fare la quarantena e non ci vede nulla di male. Una legge per noi e una per loro. Mi viene in mente Orwell “tutti gli animali sono uguali, ma certi animali sono più uguali degli altri”. 

Diversi negozi vicini a casa mia non hanno ancora riaperto. Riapriranno o hanno chiuso per sempre? Tanti stanno perdendo il lavoro, bisogna toccare ferro. In Inghilterra si usa toccare legno, per precauzione tocco tutti e due. 

L’estate sembra essere anche sparita, dopo tanto vento per giorni ora sembra di trovarci ai primi di ottobre. Tanto che mi interessa, sono qui a casa a guardare fuori dalla finestra. 

Cronaca da Willesden

Leggi anche:

Hai un locale o offri un servizio o prodotto in UK?(Si apre in una nuova scheda del browser)

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Partecipa anche tu!

Rispondi

Commenti recenti
I più venduti

Ultimo aggiornamento 2022-01-26 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La testimonianza di Giuliana che vuole ritornare in Italia
Lettori che non vogliono che altri italiani facciano i camerieri a Londra
Lettore che ha lasciato UK sconsiglia di venire
Esperienza di un'italiana che lavora come educatrice in un asilo
L’Inghilterra uscirà vincente dalla Brexit, eccone i motivi
Nina consiglia Brentwood nell'Essex a tutti
"Non mi posso lamentare di niente, tutto ha funzionato alla perfezione"
- Unknow
Massimo scrive che i lavoratori sono veramente protetti a Londra
"Venire a Londra è stato un grande sbalzo in avanti"
A Londra abbiamo corruzione o democrazia?
Torna su