Questa chiesa fu progettata da John James, un apprendista di Christopher Wren, e fu costruita tra il 1721 e il 1724 con i soldi raccolti da una tassa sul carbone. Situata in St George Street a Maddox Street, nel cuore del quartiere Mayfair di Londra, questa chiesa si specializza in matrimoni economici a una ghinea alla volta, senza l’obbligo di pubblicazioni o licenze.

La storia di St George

St George è una chiesa con una lunga storia, ed è stata un luogo di culto per molti personaggi famosi nel corso degli anni. Uno dei primi matrimoni celebrati qui fu quello di James Blake, padre del poeta-pittore William, che sposò Catherine Hermitage nell’autunno del 1752. Altri matrimoni famosi celebrati qui includono quello del poeta Shelley, che si sposò qui nel 1814 con la diciannovenne Harriet Westbrook con cui era fuggito tre anni prima e che poi annegò nella Serpentine; quello del politico Benjamin Disraeli, che sposò la vedova Mary Lewis qui nel 1839; e quello di Lola Montez, ex amante di Ludovico I, re di Baviera, che sposò George Heald, un bagnino, qui nel 1849, attirando grandi folle.

Matrimoni celebri e scene di film

Negli anni successivi, molte altre personalità famose si sono sposate qui, tra cui l’autore George Eliot, che sposò John Cross qui nel 1880; il politico americano Teddy Roosevelt, che sposò Edith Carow qui nel 1886; e lo scrittore e politico di thriller John Buchan, che sposò Susan Grosvenor qui nel 1907. Tuttavia, negli anni ’20, St Paul a Knightsbridge aveva soppiantato St George come chiesa principale per i matrimoni della società.

St George è stata anche utilizzata come ambientazione per diversi matrimoni nella narrativa, tra cui Lady Clara Pulleyn che sposa Barnes Newcome qui in The Newcomes di Thackeray (1855); nella storia di Sherlock Holmes “The Noble Bachelor” (1892), in cui Lord Robert St Simon, un discendente dei re Plantagenet, sposa Hatty Doran qui; e Alfred Doolittle che canta “Get Me to the Church on Time” in My Fair Lady, la versione musicale del Pigmalione di George Bernard Shaw, riferendosi a questa chiesa.

Caratteristiche architettoniche di St George

La chiesa parrocchiale di St George presenta un’architettura barocca, con una facciata in mattoni rossi e una grande torre campanaria sulla destra. L’interno della chiesa è caratterizzato da una navata centrale, con una serie di cappelle laterali e un altare principale che presenta una grande pala d’altare raffigurante San Giorgio che uccide il drago

 

L’altare è circondato da una balaustra in legno e presenta una grande croce sopra di esso. Le pareti della chiesa sono decorate con dipinti, statue e rilievi in marmo, tra cui il rilievo del patrono della chiesa, San Giorgio, che si trova sopra la porta principale.

Matrimoni a St George

St George è diventata una chiesa molto popolare per i matrimoni, in parte grazie alla sua storia e alla sua posizione centrale a Mayfair, ma anche per il fatto che offre matrimoni economici senza alcun obbligo di pubblicazioni o licenze. Ciò significa che le coppie possono organizzare il loro matrimonio senza dover affrontare la burocrazia e i costi associati alla maggior parte delle altre chiese e location per matrimoni.

Inoltre, St George è in grado di offrire servizi personalizzati per ogni coppia, con la possibilità di scegliere la musica, il tipo di cerimonia, i fiori e altro ancora. La chiesa dispone anche di un coro, che può essere incluso nella cerimonia, e di un organista che può suonare durante la cerimonia e la festa di nozze.

Visitare St George

St George è aperta al pubblico durante il giorno e ospita regolarmente eventi e concerti. 

Inoltre, St George è situata in una posizione ideale per esplorare Mayfair e le sue attrazioni circostanti, tra cui boutique di alta moda, gallerie d’arte e ristoranti di alta gamma.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja