giornata della lingua inglese

Statuetta di San Cristoforo a rischio di dover lasciare il paese

Il sito del governo britannico lancia un appello per trovare un acquirente per questa statuetta, altrimenti dovrebbe lasciare il Regno Unito.

Statuetta tardogotica tedesca di San Cristoforo risalente al 1500 secolo è a rischio di lasciare il paese a meno che non si trovi un acquirente del Regno Unito per salvare il lavoro per la nazione.

Valutato a £10 milioni, la statuetta è un oggetto notevole della grande epoca di maestri europei come Hans Holbein e Albrecht Durer.

A dono al Monastero di Kaiserheim nel sud della Germania in 1493, la statuetta è stata pagata in parte dal duca Federico di Sassonia e raffigura la figura di San Cristoforo in argento dorato a pacco su base esagonale a reliquiario. Raffigura il Santo che guada un fiume, con un bastone nella mano sinistra, con la figura di Gesù Bambino seduto sulla sua spalla destra.

Rispetto ad altri pezzi dello stesso periodo, gli esperti consideravano l’opera quasi impareggiabile nella sua bellezza scultorea e nei dettagli delicati.

Un pezzo complementare a un altro reliquiario ora nel museo V&A, una figura di San Sebastiano, questo magnifico e raro oggetto ha pochissimi confronti nel Regno Unito o all’estero.

San Cristoforo è raffigurato come un uomo che porta un bambino sulla spalla. È il patrono dei viaggiatori, degli automobilisti e degli atleti.

È anche conosciuto come “The Giant Killer” perché ha salvato un bambino dall’essere ucciso da un gigante malvagio. La storia racconta che un giorno un re era a caccia e vide qualcosa nel fiume. Andò a vedere cosa fosse e trovò un uomo adulto che parlava con suo figlio sulla sua spalla. Il re chiese chi fossero e dissero che i loro nomi erano padre Cristoforo (santo) e figlio tal dei tali. Il re allora si rese conto che non era un uomo qualunque, ma uno dei santi che aveva rinunciato a tutto per amore di Cristo.

[MEC id=”222647″]

Rispondi

Torna su