Stefano, arrivato a 46 anni a marzo, racconta l’esperienza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza usando il modulo qui sotto. 
 
A metà marzo, pochi giorni prima del Lockdown
 
Ho usato il portale più famoso, e ho cercato una sistemazione vicino al mio posto di lavoro così da evitare i mezzi pubblici. Zero problemi, tempo impiegato 3 forse 4 giorni, non mi aspettavo fosse così facile.
 
All’ inizio ho bombardato con i miei CV tutti i brand più famosi, ovviamente senza esito positivo, non mi rimase altro che chiedere consiglio e aiuto a quei pochi amici che ho nella city. Una di loro, durante una passeggiata, nota un avviso sulla vetrina di un piccolo frutta e verdura, il resto è storia nota
 
Mercoledì ho spedito il cV, Venerdì ho fatto il colloquio, il Lunedì seguente ho iniziato
Praticamente nessuna, venivo da un 3 anni di solo traveller, durante i quali ho coltivato per conto mio passioni come il social media marketing, il copywriting, content creating e il life coaching
 
 
Stefano vicino al Millennium Bridge
La parte scritta è sempre stata ed è un mio punto debole, mentre il parlato era già abbastanza buono, ora ha fatto un salto di qualità davvero importante, nel giro di meno di tre mesi
 
Il mio primo e attuale lavoro qui nella City è come team Member presso una sorta di boutique di frutta e verdura, la cosa impressionante è che il 60 – 70% dei prodotti in negozio sono di provenienza italiana
 
Davvero molto positiva: nel giro di pochissimo ho imparato cose che mai avrei pensato di imparare a 46 anni, mi sento fortunato a lavorare con un team davvero sfidante che tira fuori il meglio di te, e ti dà l’opportunità di essere nella tua piena autenticità. La crescita personale se non professionale è davvero rapida e notevole
 
Ovviamente non in questo periodo dove il COVID la fa da padrona, ma se si desidera acquisire esperienza, crescere sotto diversi aspetti, e sviluppare proprie skill, ovviamente Londra / UK è il luogo giusto
 
1 – partite senza aspettative, ma con obiettivi molto molto ben definiti e chiari, non è mai troppo tardi, se ce la fa un 46enne ex metalmeccanico come me, ce la può fare chiunque 2 – se non vi prendete i vostri spazi e i vostri tempi, Londra con i suoi ritmi ti divora, per cui siate determinati a rimanere nel vostro percorso e non lasciatevi trascinare dalla movida della città, solo così essa vi regala ciò di cui avete bisogno extra tip – non abbiate paura di essere voi stessi

Puoi anche tu raccontare la tua esperienza nel Regno Unito, la tua opinione, segnalare qualche evento o qualcosa che potrebbe interessare altri italiani. 

Lascia un commento

Rispondi

I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Italian-English Bilingual Visual Dictionary with Free Audio App
Bestseller No. 2 English Mistakes Italians Make (English Edition)
OffertaBestseller No. 3 Dizionario giurieconomico. English-italian, italiano-inglese. Con voci dell'american english

Ultimo aggiornamento 2021-12-04 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Luisa scrive che gli italiani hanno creduto alla 'fiaba Londra' troppo a lungo
Lettrice che lavora negli alberghi racconta la sua esperienza londinese
Secondo voi mi conviene trasferirmi ora a Londra?
Andy spiega come mai ha scelto di lasciare l'Inghilterra
Alex è un musicista italiano in Inghilterra e racconta la sua esperienza
Il piano per il coronavirus del governo britannico condannato da molti
Giuliana afferma che la gente in UK è istruita e responsabile
Viviana è manager a Londra, dove ha trovato meritocrazia e felicità
Cercare lavoro a Londra, una breve guida
Tutele e aiuti finanziari per i lavoratori durante la crisi coronavirus
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: