Stege in Danimarca si trova nell’isola di Møn nel sud est del paese e la pesca, soprattutto delle aringhe, era il suo posto forte, Infatti fin dal 1268 era un cittdina mercantile protetta da decreti e anche da mura. Di queste mura, che furono distrutte nel 1534 durante una piccola guerra civile locale, rimane poco ma ancora qualcosa potete vedere. Rimane ancora ancora una porta della città medievale. 

Era una città prosperosa e con una popolazione in crescita e che si rimise velocemente in piedi in seguito ad un incendio e alla peste. Ma cominciò poi un lento declino dal 1500 in poi in parte per gli attacchi da Lubecca, che inizialmente furono respinti ma alla fine riuscirono a distruggere la fortezza. Quindi Stege divenne una cittadina normale per tutti i secoli successivi.

Rimangono comunque diverse cose da vedere partendo dalla chiesa principale che costruita in mattoni nel 1200 ha ancora affreschi del 1300 molto strani in uno stile decisamente naif come potete vedere nella foto sotto. Gli affreschi erano stati coperti da altri strati di pittura e riscoperti nel 1800.

Ci sono anche un paio di musei storici e d’arte come il Møns Museum, ma il bello della cittadini sono i tanti negozi, locali e ristoranti e girare per le viuzze e ammirare le vecchie case in legno.  Si tratta ora di un posto piccolo che ha meno di 4000 abitanti ma rimane comunque relativamente vivace ma allo stesso tempo rilassante.

Leggi anche:

Kitty Fisher; un influencer del 1700 prima dei social

Lago di Neusiedl in Austria, la steppa nel mezzo dell’Europa(Si apre in una nuova scheda del browser)

(Si apre in una nuova scheda del browser)

Come arrivare a Stege in Danimarca?

Non esiste un servizio diretto da Copenaghen, dovrete prendere un treno per Nykøbing scendere a Vordingborg e da qui prendere un autobus per Stege.

Booking.com

Lascia un commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: