cheapsideLa strada che porta alla cattedrale di St Paul’s e sede di un importante mercato medievale, infatti chepe significava mercato in Old English. Cheapside era allora conosciuta come Westcheap, mentre Eastcheap, sede di un altro mercato si trovava vicino London Bridge.

Se date un’occhiata intorno vedrete che le strade intorno hanno nomi come Bread Street, Milk Street e Poultry Lane, erano infatti dove si trovavano le sedi delle varie guilds o corporazioni delle arti e mestieri.[irp]

A Cheapside si trova anche la chiesa di St Mary-le-Bow, quella famosa che chi era nato sentendo le sue campane poteva definirsi un Cockney. In tenpi medievali di fronte alla chiesa si trovava una fontana dove spesso venivano svolte esecuzioni pubbliche. A Cheapside si trovava anche una gogna molto trafficata, dovete immaginare il posto come un luogo importante nella vita della Londra medievale. Infatti qui si tenevano tanti tornei.

Edoardo I fece anche costruire una gigantesca croce nel punto a Cheapside dove si fermó la bara della moglie Eleonora (vedete ora appena fuori la stazione di Charing Cross un Eleanor Cross). Per quasi 4 secoli rimase decorata con foto di santi e di papi, fu poi distrutta nel 1643 perchè troppo superstiziosa.

Il famoso Thomas Becket viveva  in una casa che faceva angolo tra Cheapside e Ironmonger Lane.

Durante il Grande Incendio di Londra quasi tutta Cheapside fu completamente distrutta, inclusa la chiesa di St Mary Le Bow che fu poi ricostruita dal grande architetto Christopher Wren. Fu poi distrutta nuovamente durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruita.
In seguito Cheapside divenne una strada di negozi, nel 1800 era uno dei posti principali dove fare shopping a Londra.[irp]

Cheapside fu nominata o descritta da numerosi autori, tra i tanti anche Jane Austen, Shakespeare e Dickens. Quest’ultimo la descrisse come la strada piú movimentata al mondo.

Ora Cheapside ha perso molto del suo fascino, non ha mercato, gogna, tornei e non è nemmeno una strada dove andare per fare shopping. Distrutta quasi completamente dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, vi si trovano molti edifici anonimi con tanti uffici.