The Musical Museum a Londra, museo di strumenti musicali automatici

the musical museum a Londra

Un altro museo londinese abbastanza strano, questo museo fondato nel 1963 in una vecchia chiesa.

Questo non è un museo di strumenti musicali normali, ma di strumenti meccanici  come gli organi o piani a rullo o altri strumenti che suonano da soli. Inoltre ha anche tutte le macchine che riproducono musica, si includono anche grammofoni e sintetizzatori. Una gioia per tutti gli amanti della musica. 

Potrete quindi ammirare una bella collezione di organi a rullo del 1700 e 1800, molti dell’epoca vittoriana, un paio di orchestrion dell’epoca e molte scatole musicali.

L’orchestrion è uno strumento musicale automatico capace di riprodurre i suoni dell’intera orchestra. 

Un museo senza dubbio rumoroso ma pieno di sorprese e meraviglie.  Tra i tanti oggetti vedrete anche il piano a rullo della figlia della regina Vittoria, la principessa Beatrice, il violino Phonoliztz che suona ben tre violini allo stesso tempo.

Il museo ha una delle collezioni più importanti al mondo di strumenti meccanici e la più importante di rulli musicali storici. Visto il grande successo del museo è stato recentemente ingrandito e rinnovato.

Questo museo è ancora chiuso per la pandemia e dovrebbe riaprire il prima possibile.  Nel frattempo potete visitare il sito e guardare le iniziative che hanno online. 

Il museo è solo aperto dal venerdi alla domenica e i lunedi di Bank Holiday dalle 11 alle 17. Il biglietto di ingresso è di £10. Si trova a Brentford, vicino alla stazione ferroviaria di Kew Bridge.

rapporto

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

londra coronavirus

Secondo OMS, siamo in un momento critico per Londra

musica elettronica al Design Museum

Mostra sulla musica elettronica al Design Museum di Londra