parchi di londra (25)

The Troubadour, leggendario locale di Earls Court

Il Troubadour, esistente dal 1954, è una delle ultime caffetterie della sua epoca a Londra. Il Troubadour si è ampliato nel corso degli anni per incorporare i due edifici ai lati dell’originale.

La caffetteria originale è rimasta relativamente invariata da quando è stata aperta ed è meglio conosciuta come uno dei luoghi principali del revival del folk britannico alla fine degli anni ’50 e ’60, nonché per concerti jazz regolari. Il Troubadour è uno degli ultimi locali che ha ancora qualcosa di simile all’esperienza degli anni ’50 e ’60.

Il Troubadour era uno dei locali folk più importanti e si è rivelato un locale di lunga durata. La caffetteria Troubadour è stata aperta da Michael e Sheila van Bloemen nel 1955, in un momento in cui caffè simili stavano ricomparendo in tutta la città. L’ultimo caffè londinese fiorente risale al 1700 e questo raggiunse l’apice con gli ambienti intimi che guadagnarono popolarità per scambi letterari, dibattiti politici e accordi finanziari. Il boom delle caffetterie degli anni Cinquanta ha creato nuovi locali per la musica, fornendo un’alternativa ai locali tradizionali come pub e sale da musica.

Anthea Joseph è un nome chiave nella storia di questo pub. Organizzava praticamente tutto ed era stata spesso accreditata come “la manager”.

Il Troubadour di Los Angeles era una copia del club londinese che ha aperto nel 1957 e continua ancora oggi. Fin dall’inizio, era un locale molto più grande con un’etica simile.

Si racconta che poco prima del suo primo viaggio a Londra nel 1962, Bob Dylan ricevette un biglietto da Pete Seger che diceva: “Troubadour Folk Club, Londra. Chiedi di Anthea”.  Dylan trovò la strada per il Troubadour e suonò con lo pseudonimo di Blind Boy Grunt . La chiave dell’influenza del Troubadour furono le figure di spicco della scena folk britannica, che vi suonarono, tra cui Martin Carthy, Bert Jansch e Sandy Denny.

Oltre a Bob Dylan qui hanno anche suonato Joni Mitchell, Jimi Hendrix, Jimmy Page, Robert Plant, Charlie Watts, Morrissey, Ed Sheeran, Florence Welch e Adele.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Rispondi

Torna su