“Tutto il sistema lavorativo per gli stranieri ruota intorno alla ristorazione”
“Tutto il sistema lavorativo per gli stranieri ruota intorno alla ristorazione”

In cosa sei laureato?

Lingue e culture europee

Quanta esperienza avevi prima di venire a Londra?

  • Piu’ di un anno

Come parlavi inglese prima di venire a Londra?

  • Molto bene

Da quanto tempo sei a Londra?

Sono qua oramai da un anno.

Che lavoro stai facendo e come hai fatto a trovarlo?

Lavoro in un noto ristorante italiano a nord di Londra. Ovviamente quando ho mandato il mio curriculum ho dovuto togliere ogni voce riguardante il mio capitolo “laurea”, altrimenti sarei ancora un disoccupato senza dimora.laureati a londra

Secondo te vale ancora la pena venire a Londra con una laurea e perche’?

Partiamo dal pressuposto che qualsiasi laurea estera in questo posto equivalga  a zero. Se poi non hai l’accento British( con tanto di “issit e innit”)  per quanto riguarda l’inglese colloquiale, che e’ diverso da cio’ che vi hanno insegnato a scuola, vi troverete sempre a sentirvi dire ” la faremo sapere”, dopo ogni faticoso colloquio. D’altronde ci saranno 8000000 di 3rd generation British prima di voi.
Secondo me non vale la pena presentarsi qua, finirete quasi sempre nelle zone 3-4, ove parlerete tutte le lingue del mondo(Twi,Patois, Turco, Polacco, Somalo ecc..), fuorche’ l’inglese.

Leggi anche: Oxford Dictionary of English Idioms

Foto © Copyright Pam Brophy and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Racconta in breve la tua esperienza lavorativa a Londra

Tutto il sistema lavorativo per gli stranieri ruota intorno alla ristorazione per quanto riguarda il centro di Londra, se poi vi spostate al nord, allora finirete nelle fabbriche(guai a chi diceva che non esistevano le fabbriche in Inghilterra). Tutto questa fatica per la modica cifra di 6.31 £, la minimum wage.

Sei un laureato a Londra e vuoi raccontare la tua esperienza a Londra?

Puoi farlo qui in forma anonima (se vuoi firmare la tua testimonianza, scrivi il tuo nome alla fine che lo pubblicheremo)

 

6 Commenti

  1. Sono laureato anch’io e non ho mai lavorato nella ristorazione, avevo delle idee che ho messe in pratica e la cosa ha funzionato. Se arrivi a Londra con una laurea e non sai che vuoi fare, finirai nella ristorazione, la colpa e’ soltanto tua, come dimostriamo i tanti laureati italiani che anche con inglese non perfetto e poca esperienza di valore, sono stati accolti in altri settori. La parola meritocrazia non ti dice niente?

  2. Mi sembra semplice, se non vuoi lavorare nella ristorazione, non mandi il tuo curriculum ai ristoranti e vedrai che non ci lavori. Devi averli contattati se ci lavori, non credo ti abbiano rapito. Una tua libera scelta. Sono arrivata fresca di laurea (in lingue) e non ho mai lavorato nei ristoranti, mi sono costruita una carriera nel settore pubblicitario e non ho mai avuto problemi

    • Nemmeno io, ho fatto del lavoro temp per cominciare, ma non in ristoranti. Non avevo tantissima esperienza ma laurea e un inglese ottimo. Mai contattato un ristorante e mai nessuno mi ha costretto a lavorarci

  3. Mai lavorato un secondo nella ristorazione, sono venuto con una laurea e 3 mesi di stage, nient’altro. Avevo un buon inglese ma mica perfetto come dici tu, eppure mi hanno dato subito un lavoro in un’agenzia di comunicazione e marketing. A me sembra che stai cercando di dare la colpa agli altri invece di essere onesto e sincero con te stesso. Tutto il sistema lavorativo degli stranieri non ruota intorno alla ristorazione, se hai qualcosa da offrire e non sei un laureato sfigato.

  4. Nessuno dei miei conoscenti italiani lavora nella ristorazione e non hanno l’accento perfetto. No, non sono nemmeno raccomandati. Invece di pensare al complotto chiediti come mai non riesci a trovare altro. Sarebbe meglio.

Commenta