Un memoriale e un bosco per commemorare le vittime del virus

 

Come memoriale si dovrebbe piantare un bosco per ricordare le persone che sono morte a causa della pandemia di coronavirus. Dovrebbe essere piantato un albero o una pianta per ogni persona morta a causa della pandemia di coronavirus.

The National Memorial Arboretum in Alrewas nello Staffordshire vuole creare un monumento vivente.

L’entità della pandemia significa che più del doppio del numero di civili uccisi durante i sei anni della seconda guerra mondiale sono morti come conseguenza diretta del Covid-19 in un solo anno. Nel frattempo, l’entità di altri decessi correlati a pandemia causati da diagnosi mancate o ritardate, trattamenti annullati e altri fattori è nota per essere sostanziale ma rimane non quantificata. Un contratto di locazione di 980 anni su un affitto di pepe in grani è stato firmato con l’operatore di cava Tarmac per un terreno di 25 acri di ex lavorazioni adiacenti all’arboreto.

Sono ora in fase di sviluppo piani per trasformare la macchia esistente e lo stagno di limo in un paesaggio vivente stimolante, rappresentativo del mutare delle stagioni, dove le persone possono riunirsi per riflettere e contemplare l’impatto della pandemia e ricordare i propri cari che sono morti di conseguenza.

I lavori dovrebbero iniziare presto 2022 e il bosco dovrebbe aprire nel 2023.

Le richieste per creare un bosco della memoria sono state tantissime e quindi sembra giusto crearlo. 

 

 

 

Marina Ricci
Lavorato a Londra, Edimburgo e Bristol per i new media ed editoria. Due bimbi e un gatto.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.