Mi piace tantoMi piace tanto Mi piaceMi piace

Un talento italiano a Londra: Andrea Cannas – cantautore sardo

Ci sono tanti talenti italiani a Londra e l’ultimo di cui siamo venuti a conoscenza e che vogliamo farvi conoscere è Andrea Cannas, un cantautore nato a Nuoro e che vive a Londra dal 2014.

Laureato in Giurisprudenza ha da sempre nutrito un vivace interesse per le materie umanistiche,e le arti, tutte loro.  Da anni scrive canzoni anche se raramente si esibisce in pubblico.

L’unico lavoro discografico è stato Racconti, anno 2001, il quale era stato accolto calorosomente dalla critica, ma venne pubblicato in una tiratura limitata.

Dopo tanti anni arriva ora un nuovo single: “Pensiero Dove Sei”, registrata nel Dicembre del 2020 a Londra, le ultime ore prima del lockdown.

Andrea spiega: “L’idea era di comunicare un messaggio di fantasia, positivo, ma anche un forte invito al dubbio ed al sogno. Un invito a riaccendere la capacità di mettere in discussione quello appare come realtà.

I testi e musica di “Pensiero Dove Sei” sono di Andrea Cannas ma per registrare il singolo ha collaborato con il cantautore e produttore britannico Adrian Zagoritis. Andrea spiega: “Seppure venendo da differenti stili (Elettronica, Dance), e certamente esperienze, si è lavorato facilmente rispettando la natura del testo e della canzone.

Era nato come un progetto singolo ma tra poco pubblicherà un secondo singolo che avrà Londra come oggetto e sfondo. Le canzoni sono prodotte da una etichetta indipendente creata da Andrea Cannas stesso. E la stessa “company” ha preso in parte il nome della canzone. 

Andrea Cannas

Cosa fa Andrea a Londra? La sua storia è simile a quella di molti altri lettori, come racconta: “Sono arrivato a Londra nel 1 ottobre 2014. La prima casa che trovai era a West Norwood, tra Brixton e Crystal Palace ed ho vissuto pure a Richmond, Putney, Tooting Bec, ed al momento risiedo a Brick Lane. Mi sono innamorato di Londra dai primi istanti. Già dai vetri del “Terravision Express” mi offriva uno scenario così vario e differente che mi ha stregato. Salito per imparare un poco d’inglese, sono rimasto a viverci.

Non si è però dimenticato delle proprie radici, anzi: “Londra è stato un cambio totale, quel tipo di mutamento che realizzi solo dopo anni, dopo essere tornato nella tua Sardegna e scopri che quello che hai lasciato, non è come tu ricordavi, e che tu, non sei più lo stesso. Anche se, ovviamente, le mie radici, siano sempre presenti. Ma per me è stato un cambio anche di lavoro, entrato nella ristorazione, come qualcosa di temporaneo, alla fine ci sono rimasto. Seppure ormai è una parte delle mie esperienze lavorative, rispetto all’insegnamento di Italiano per Stranieri (percorso che sta iniziando in questi mesi in attesa di poter svolgere l’esame Master Ditals Università per Stranieri di Siena) e di quello più artistico musicale. Cerco di indirizzarmi verso le mie passioni, come l’italiano, la cultura del cibo e l’universo della musica.“.

Studiando la storia di Londra si è anche reso conto che l’Italia è  sempre stata vicina: “Ho speso parte di  questo ultimo anno, iniziando degli studi sulla City al fine di scrivere qualcosa. Mi affascina la sua storia, i personaggi, e scoprendoli hai cortezza che Londra ha dato moltissimo, nei tempi, all’immaginario collettivo, e rivedi i collegamenti costanti con l’Italia. Da Chaucer a Shakespeare. E mi rende orgoglioso di essere italiano.

Ascoltate Andrea nel video sotto. Lo trovate anche su Facebook e sul suo canale di YouTube.

Un commento

lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

Stanno per girare il secondo film di Downton Abbey

Londra, motivi che potrebbero ritardare la fine del lockdown