condividere una stanza

Negli ultimi anni è diventato normale condividere una stanza con un’ altra persona, spesso sconosciuta. A causa degli affitti alti rispetto agli stipendi di molti, condividere una stanza sembra essere l’unica soluzione quando uno viene a vivere a Londra . In effetti è una situazione molto stressante e da evitare quando possibile. Alcuni addirittura condividono un letto matrimoniale con un estraneo o estranea.

Oltre ad essere difficile condividere una stanza con un altra persona, soprattutto quando si fanno turni diversi, affittare una stanza a due persone che non fanno parte della stessa famiglia non è propriamente legale (se non sono registrati come ostelli), quindi dovete mettere in dubbio l’onestà di chi vi affitta.

Se affittate una stanza in questo modo vi è stato dato un documento scritto? il padrone di casa vi ha comunicato in quale deposit scheme ha messo il vostro deposito? vi ha dato un documento che vi informa che ha fatto un ispezione del gas negli ultimi 12 mesi? Molti italiani si lamentano dell’Italia dove non ci sono regole, quando andate in un altro paese cercate di seguire e di farvi proteggere dalle leggi che ci sono. Londra è piena di padroni di casa e datori di lavoro in attesa dell’ultimo immigrato da fregare, cercate di prepararvi bene per non cadere nelle numerose trappole.

Riuscite a condividere una stanza con sconosciuti?

Un paio di lettori ci hanno fatto anche osservare che chi affitta camere in questo modo, chiaramente non può farlo sapere in comune, il comune ha il potere di dare multe e far sgomberare la casa, in questi casi. Quindi questi padroni di casa spesso non dichiarano le entrate e chi affitta una stanza di questo tipo, acconsente ad alimentare il mercato nero e l’evasione fiscale.

Alcuni italiani, venendo da un paese che tende a chiudere molti occhi, sono molto sensibili a queste questioni e si arrabbiano quando sentono connazionali, che a Londra continuano queste usanze. È vero che gli affitti sono alti, ma è anche vero che con un po’ di preparazione ci sono modi per affrontare la situazione, senza doversi affidare mercato nero.

Si trovano stanze a più o meno gli stessi prezzi di molti posti letto che vengono affittati, saranno meno centrali, ma il costo del Travelcard fuori dalla zona 1 è di sole poche sterline in più alla settimana e se questo significa avere privacy, poter chiudere la porta e non sentire nessuno russare nella propria stanza, vale senza dubbio la pena.

PG|

Potete raccontare le vostre esperienze di condivisione nei commenti qui sotto.