Valeria racconta la sua esperienza ad insegnare italiano

Valeria racconta la sua esperienza ad insegnare italiano
Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

Parlando ItalianoMi chiamo Valeria, sono un’insegnante di italiano e vivo a Londra da circa 2 anni. Nel 2011 mi sono laureata in Lingue e Letterature Straniere e dopo aver ottenuto il titolo in Didattica dell’Italiano e aver svolto un breve tirocinio in Spagna, nell’estate del 2013 mi sono trasferita in Inghilterra con l’obiettivo di lavorare come insegnante di italiano per stranieri.

Purtroppo però, come molti sapranno, il lavoro di insegnante è piuttosto precario e imprevedibile. Nei primi tempi ho lavorato presso alcune scuole private ma le ore di lezione richieste erano scarse e di conseguenza anche i miei guadagni. Ed è così che è nata l’idea di creare ‘Parlando Italiano’ una pagina web che offre lezioni di italiano a domicilio e via Skype  e che mi sta dando la possibilità di realizzare il mio lavoro di insegnante e di vivere in una splendida città come Londra!

Il primo sito web è stato creato in spagnolo, grazie alla mia conoscenza approfondita di questa lingua (clases de italiano). Nonostante i dubbi iniziali e la paura di non riuscire a raggiungere i risultati sperati, con il passare dei mesi il numero di studenti è cresciuto in modo sorprendente e altri insegnanti hanno iniziato a collaborare nello svolgimento delle lezioni. Questo piccolo successo mi ha spinta a creare una seconda pagina web in Inghilterra (my Italian lessons).

Naturalmente per portare avanti questo progetto è necessario avere una grande dose di pazienza e tenacia perché farsi conoscere e conquistare la fiducia degli studenti richiede parecchio tempo. Tuttavia, sono sempre più convinta della mia decisione perché mi sta dando la possibilità di svolgere un lavoro che mi appassiona e di costruirmi giorno dopo giorno il mio futuro.

Se ci sono insegnanti di italiano residenti a Londra interessati a collaborare con ‘Parlando Italiano’ potete contattare la scuola tramite il seguente indirizzo di posta elettronica

Se volete raccontare anche voi la vostra storia o dare consigli potete farlo qui

 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
- Unknow (7)
Luciano è cuoco a Londra e dice di aver trovato una nazione onesta
a voi la parola (4)
Franco scrive:"Lavorare a Londra senza permesso di lavoro è illegale, fatevene una ragione"
My Post (2)
Sono venuta a Londra per la famiglia reale
Untitled design (8)
Anna è assistente del chirurgo in sala operatoria
- Unknow (10)
Siamo fortunati e onorati di essere stati accettati
My Post
Per quali motivi molti italiani vogliono la Brexit?
- Unknow
Simone scrive di aver ricostruito la sua vita a 40 anni
come funziona la meritocrazia
Lettrice che lavora per musei a Londra spiega come funziona la meritocrazia
manager a londra
Luciana a Londra dal 2010 dice che non esiste discriminazione
- Unknow (3)
Adriano scrive che Londra sta passando brutti momenti
Torna su