Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Nel 1990

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

E chi si ricorda con esattezza?

Come hai cercato lavoro?
A quei tempi non c’era internet ma i Jobcentre ancora funzionavano e mi trovarono lavoro loro, feci anche giro di diversi ristorante ma era gennaio e faceva freddo e nessuno aveva lavoro

 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Un po’ c’era crisi pesante allora, era crollata la borsa e una delle tante bolle immobiliari, c’erano tanti disoccupati…poi a gennaio, un inferno

respect

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?
per un fast food che non esiste nemmeno più, un lavoraccio. Ora mi occupo di distribuzione e logistica

Foto: © Copyright Chris Downer and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Avevo 19 anni, solo un diploma, ho studiato-lavorato qui per poter fare di meglio

Foto: © Copyright Ben Gamble and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Scolasticissimo

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Alti e bassi, come tutto nella vita. Ho moglie e 2 figli, casa  e un buon lavoro, sono contento…non posso certo lamentarmi ma non è il paradiso neppure qui. Il paese sta peggiorando a vista d’occhio e non è colpa degli immigrati (lo sono anch’io e a differenza di altri che appena si sono sistemati un po’ sputano in faccia ai nuovi immigrati, non rinnego di certo le mie origini) ma di una classe politica mediocre che pensa solo a mantenere la poltrona e a farsi favori a vicenda.

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Non dico niente. Sono di una generazione fa, ho vissuto qua tanti anni e fatto tante esperienze e come tutti i posti al mondo ha lati negativi e positivi. Ci vuole almeno una vita per conoscere bene un paese, come l’Italia non si può descrivere in 10 parole, non basta nemmeno un libro!! Trovo molto fastidiosi gli italiani che sanno tutto e sono qui da pochissimo, in un attimo hanno capito tutto di come funziona tutto. Sono anche gli stessi che se qualcuno fa generalizzazioni sull’Italia diventano paonazzi dalla rabbia!! In tutti questi anni noto che la capacità italiana di sfornare padreterni non ha sofferto cali.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Venite con mente aperta e rispetto per le persone e altre culture, sono 2 cose fondamentali quando si emigra.

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

Commenta