A Londra e in Inghilterra si vive essenzialmente male

A Londra e in Inghilterra si vive essenzialmente male

Quando sei venuto/a a a Londra/UK?

Da 1 anno

Come hai cercato casa?

Trovata dall’Italia

Hai avuto problemi a trovare una sistemazione fissa?

No

Come hai cercato lavoro?

Tramite amici avevo lavoro prima di arrivare

Foto: © Copyright Alan Swain and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Che tipo di lavoro hai trovato?

Lavoro in un reparto di customer service

Quanto tempo ci hai messo a trovare lavoro?

L’avevo gia’ prima di arrivare

Hai avuto problemi ad aprire il conto in banca?

no

Hai avuto problemi ad avere il National Insurance Number ?

no

Che consigli daresti a chi vuole partire?

Venite per 2 anni al massimo, fate esperienza di lavoro e migliorate l’inglese e tornatevene in Italia. A Londra e in Inghilterra si vive essenzialmente male, le case sono fatte con lo sputo e sono pericolose perche’ contengono funghi nocivi, per quello in Inghilterra i morti di cancro sono il doppio dell’Italia. In Italia ci sono possibilita’ se si vogliono trovare, tutti si lamentano ma tutti quelli che conosco in Italia hanno un lavoro

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui.

Non siamo sempre necessariamente d’accordo con le risposte al sondaggio ma cerchiamo di dare la parola a tutti

41 commenti su “A Londra e in Inghilterra si vive essenzialmente male”

  1. Tutti quelli che conosci in Italia hanno un lavoro?! Wow, beato te! Però tu guardacaso lavori là… se qui in Italia è tutto così paradisiaco, perché sei andato fin laggiù? E perché ne dici così male, se non hai avuto la minima difficoltà né nel trovar casa, né nel trovare lavoro, o altro, come dici tu stesso?! Morti di cancro? Nella mia città i casi sono in aumento esponenziale, l’inquinamento ci ammazza: e quello purtroppo c’è dappertutto, anche in Inghilterra… Non so, specialmente chi come te non può dir male di un posto, ci vive, ci lavora, mi fa quasi rabbia se sputa nel piatto dove mangia, mentre altri non hanno nemmeno la tavola, figuriamoci un piatto…!

    1. il mariosalti e l’emblema della crescente ignoranza di troppi italiani…. motivo per il quale l’italia e scesa in BBB-

      1. Fa decisamente ridere leggere qualcuno che parla di ignoranza e non sa ancora la differenza tra “e” congiunzione e “è” verbo….altro che BBB- ti avrei dato!!

        1. la tua pochezza e’ riassunta nel tuo commento che bada ad uno stupida dimenticanza dovuta alla tastiera inglese, e che non ha quel tipo di carattere, invece di fatti concreti, BBB- per fortuna che te ne sei tornato nel paese dei corrotti, avresdti potuto contaminare gli inglesi… 🙂

          1. Se avessi conosciuto la differenza avresti potuto scrivere e’. Ma non lo sai, come non sai neppure di cosa parli, né la situazione in cui ti trovi ora, altrimenti non scriveresti così. Io non sono andato sul personale, come ho già ripetuto prima, non nego i problemi ma non vedo solo quelli. Non ho i paraocchi, non sono corrotto, non sono un ladro. E so che per te non è una cosa accettabile, perché ti sei autoindottrinato con stupidaggini. Ma non sono problemi miei, come ho già detto, preferisco stare nel mio paese e lottare per renderlo migliore, non mi interessa dover passare tutta la mia vita all’estero lamentandomi del mio paese, mentre me ne lavo le mani. Rispetto le persone che partono per lavoro, per la crisi, ma non quelle che passano il tempo a scrivere su Internet di come fa schifo il proprio “ex”paese. Non contamino nessuno, puoi stare tranquillo, io vivo bene dappertutto, in Inghilterra, in Italia, in Francia o in qualunque posto sia, non vivo di stereotipi, prendo il meglio di ogni posto e di ogni persona, non passo il tempo ad avvelenarmi il sangue e a lamentarmi, lotto ogni giorno per sopravvivere ma sto bene con me stesso e con gli altri. Questo non significa che ignoro i problemi o il marcio, tutt’altro: lo combatto ma come me me altri milioni di Italiani, che la pensano esattamente come me. E guarda un po’, c’è anche gente onesta in Italia, così come in tutto il mondo. Auguri di buon anno!

  2. Tutti quelli che conosci in Italia hanno un lavoro?! Wow, beato te! Però tu guardacaso lavori là… se qui in Italia è tutto così paradisiaco, perché sei andato fin laggiù? E perché ne dici così male, se non hai avuto la minima difficoltà né nel trovar casa, né nel trovare lavoro, o altro, come dici tu stesso?! Morti di cancro? Nella mia città i casi sono in aumento esponenziale, l’inquinamento ci ammazza: e quello purtroppo c’è dappertutto, anche in Inghilterra… Non so, specialmente chi come te non può dir male di un posto, ci vive, ci lavora, mi fa quasi rabbia se sputa nel piatto dove mangia, mentre altri non hanno nemmeno la tavola, figuriamoci un piatto…!

    1. il mariosalti e l’emblema della crescente ignoranza di troppi italiani…. motivo per il quale l’italia e scesa in BBB-

      1. Fa decisamente ridere leggere qualcuno che parla di ignoranza e non sa ancora la differenza tra “e” congiunzione e “è” verbo….altro che BBB- ti avrei dato!!

        1. la tua pochezza e’ riassunta nel tuo commento che bada ad uno stupida dimenticanza dovuta alla tastiera inglese, e che non ha quel tipo di carattere, invece di fatti concreti, BBB- per fortuna che te ne sei tornato nel paese dei corrotti, avresdti potuto contaminare gli inglesi… 🙂

          1. Se avessi conosciuto la differenza avresti potuto scrivere e’. Ma non lo sai, come non sai neppure di cosa parli, né la situazione in cui ti trovi ora, altrimenti non scriveresti così. Io non sono andato sul personale, come ho già ripetuto prima, non nego i problemi ma non vedo solo quelli. Non ho i paraocchi, non sono corrotto, non sono un ladro. E so che per te non è una cosa accettabile, perché ti sei autoindottrinato con stupidaggini. Ma non sono problemi miei, come ho già detto, preferisco stare nel mio paese e lottare per renderlo migliore, non mi interessa dover passare tutta la mia vita all’estero lamentandomi del mio paese, mentre me ne lavo le mani. Rispetto le persone che partono per lavoro, per la crisi, ma non quelle che passano il tempo a scrivere su Internet di come fa schifo il proprio “ex”paese. Non contamino nessuno, puoi stare tranquillo, io vivo bene dappertutto, in Inghilterra, in Italia, in Francia o in qualunque posto sia, non vivo di stereotipi, prendo il meglio di ogni posto e di ogni persona, non passo il tempo ad avvelenarmi il sangue e a lamentarmi, lotto ogni giorno per sopravvivere ma sto bene con me stesso e con gli altri. Questo non significa che ignoro i problemi o il marcio, tutt’altro: lo combatto ma come me me altri milioni di Italiani, che la pensano esattamente come me. E guarda un po’, c’è anche gente onesta in Italia, così come in tutto il mondo. Auguri di buon anno!

  3. mi auguro che questa persona se ne sia tornata nell’Italia della Terra dei Fuochi, nell’Italia dell’Eternit e dei morti (presenti, passati e futuri) senza giustizia, nell’Italia dell’Ilva di Taranto e dei tumori causati dagli agenti tossici rilasciati nell’aria, nell’Italia degli appartamenti occupati da nomadi, immigrati, furbi, mangia pane a tradimento e criminali, nell’Italia di San Siro e Tor Sapienza, nell’Italia che affonda dopo una giornata di pioggia, nell’Italia delle pensioni d’oro per i parlamentari, nell’Italia dei barbieri alla camera dei deputati a 130.000 euro l’anno, nell’Italia dei parlamentari a cui ragalano una casa in centro a roma a loro insaputa, nell’Italia del sindaco di roma, nell’Italia della cassa integrazione, nell’italia dei parlamentari condannati e ri-eletti con il propozionale, nell’Italia di 300+ parlamentari super pagati e con suntuosi e arroganti privilegi, nell’Italia dei cento piccoli partiti, nell’Italia del presidente della camera con 2 milioni di euro annui per lo staff addetto alla comunicazione, nell’italia del 50% di disoccupazione per giovani sotto i 25anni, nell’Italia del lavoro nero, nell’Italia dell’articolo 18, nell’Italia dei precari, nell’Italia del lavoro con paritita iva senza contratto o malattia, nell’Italia di berlusconi, nell’Italia dei consiglieri regionali che si fanno ripagare l’impossibile, nell’Italia dell’evasione fiscale, nell’Italia con le macchine targate in germania per evitare multe, assicurazione e redditometro, nell’Italia del ponte sullo stretto, nell’Italia dei governi non eletti, nell’Italia degli ignoranti come la persona che ha scritto l’articolo…

    1. Tu sei esattamente come la persona che ha scritto, ma al contrario. L’ignoranza si nasconde proprio negli estremismi, chi vuole vedere solo il peggio per me è limitato e ignorante. Altrimenti sapresti quali scandali ci sono in UK tra i parlamentari, altrimenti sapresti che in UK il lavoro nero c’è e sta diventando un problema serio, altrimenti sapresti che la disoccupazione giovanile al di fuori di Londra e dintorni arriva a percentuali simili ai nostri paesi, etc… Informati prima di parlare, come si dovrebbe informare chi ha compilato il questionario sopra.

      1. Non ho mai detto che UK vivono solo angeli e santi… per carita’, ma il livello di corruzione e ruberia da parte della classe politica italiana ha raggiunto livelli inimmaginabili…. siete cosi messi male che non e’ piu’ possible fare un paragone tra UK e Italia… e quando qualcuno ve lo fa sapere senza peli sulla lingua, insultate… continuate cosi che va bene, sono io che sono invidioso… ahhahaha

        Dimenticavo di aggiungere… ” nell’Italia della sicilia degli autisti di ambulanze”, “nell’Italia di Schettino”
        e come lasciare fuori l’ultima perla
        “nell’Italia di Roma governata da Carminati” o, come l’hanno etichettata qui, “Rome, Mafia Capital” con almeno 40 milioni di euro rubati a voi cittadini…

        C’e’ di piu, ascolta questa bella storia della buona notte a proposito di un certo Tiziano Renzi, il Babbo di Renzi, si si lui, il tuo PM.

        Trent’anni di attività imprenditoriale e dieci aziende ma nessun lavoratore a tempo indeterminato, tranne uno, il figlio Matteo Renzi “regolarizzato appena una settimana prima della candidatura alla poltrona sicura di presidente della Provincia di Firenze”.

        Da co.co.co. a tempo indeterminato, cosi voi gli pagate la pensione… senza che l’azienda abbia mai aver versato un centesimo…

        https://www.facebook.com/video.php?v=882643535101892&set=vb.172736606092592&type=2&theater

        Beata ignoranza! 🙂

        1. Io non sono cieco ma non sono neppure un catastrofista e sinceramente preferisco vivere in Italia piuttosto che a Londra, dove ci sono stato fino ad ora (a fine anno torno). Un’esperienza bellissima, mi sono trovato bene, ma preferisco lavorare nel mio Paese. E anche vivendo a Londra lavoravo per l’Italia, senza raccomandazioni e senza chissà quali magagne. Se a te piace stare li e credi che sia il posto migliore per te, sono felicissimo per te. Non ho insultato nessuno, ho solo detto che stai mettendo l’accento sulle cose negative di un Paese. Io non credo sia tutto marcio come tu credi, e io ne sono una prova e con me molti altri. Se tu non vedi o non vuoi vedere, non sono problemi miei, non devo convincere proprio nessuno. L’ignoranza è proprio quella che dimostri tu, facendo una riflessione parziale della realtà, un po’ come dire “tutti gli islamici sono terroristi”, “tutti gli americani hanno manie di grandezza” o “tutti i russi sono mafiosi”. Io vivo nella realtà, tu vivi negli stereotipi, ti auguro buona fortuna comunque, ovunque tu sia e ovunque tu ti trovi bene!

          1. Io direi non solo cieco ma anche sordo e l’ignorante, nel senso che ignora i malesseri itlaiani se i proprio tu… non c’era neanche uno stereotipo nei precedenti commenti, ma solo un elenco di ruberie e nefandezze fatte ai danni di molti italiani. Di tutto quello che ho scritto non sei riuscito a trovare una singola cosa non vera…. Purtroppo e proprio grazie alle persone che, come te stanno abbastanza bene, non si curano delle ruberie e della dilagante corruzione. Preferisci lavorare nel tuo paese… ahahha 🙂 magari anche tu fai parte di coloro che rubano ovunque e a chiunque… e comunque, a proposito di stereotipi, mi piacerebbe sapere cosa ne ne penserebbe un russo se un italiano gli va a dire che “tutti i russi sono mafiosi” ahahah da un italiano??? torna in italia e quando vai al ristorante ricordati di pagare il coperto…. ahahha 🙂 se rispondi a questo commento ricordati di iniziare con il ribattere alla lunga lista di cui sopra, tutto il resto e noia, come diceva Califano.

            1. Più che altro il problema è la gente come te che non sa scrivere neppure in italiano corretto che l’Italia è andata male finora. Io sopravvivo come sopravvivevo in Inghilterra, stare bene è tutt’altro, sto bene qui come stavo bene dappertutto, non ho i tuoi paraocchi fortunatamente. Coloro che puntano il dito su chi li governa e non guarda l’ignoranza che ha già di per se è il vero dramma, è sempre colpa degli altri. Ti ripeto ancora una volta, contento tu! Io non devo convincere nessuno, invece tu passi il tempo, come molti altri, a tirare merda sul tuo (ex) paese perché ormai è di moda e a cercare di convincere che la ragione è vostra. I miei cari auguri in terra britannica (e lo dico sinceramente, non odio nessuno, tantomeno te), spero che tu viva dove meglio ti piaccia e spero che tu non debba passare molte ore in futuro a scrivere commenti rancorosi su una vita che ormai non ti dovrebbe più appartenere (l’Italia). Fintanto che tu scriverai stupidaggini del genere, significa che ancora non stai bene con te stesso, neppure dove stai ora, e allora il problema è serio :D. Io sono fiero di essere italiano e lotterò per renderlo un paese migliore, non scapperò all’estero (con tutto il rispetto per chi lo fa, compreso te), preferisco stare qui e vivere qui. Non esistono paesi migliori o peggiori, esistono persone, e fortunatamente ho trovato persone oneste anche qui in Italia, mi spiace che tu abbia vissuto solo nella delinquenza. La crisi c’è, ma si supererà e io voglio contribuire a superarla. Tu vuoi che l’Italia si affondi? E stiqatsi, nessuno ti ha chiesto di fare il contrario, fortunatamente abbiamo tutti il libero arbitrio!

              1. continui ad andare sul personale… sei decisamente fuori luogo ma adesso capisco perche i politici italiani e l’italia va cosi male… Solo i fatti contano, non le chiacchere o le offese… e di fatti ne hai veramente pochi… ah dimeticavo l’iva (e tante altre cosucce) e’ stata aumentata ma questo non e’ un problema…

                1. Mi spiace contraddirti nuovamente e darti ancora dell’ignorante (nel senso che ignori, non come offesa), ma l’IVA non è stata aumentata, anche se il rischio c’è. Ti consiglio di leggere da fonti attendibili (ad esempio http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-11-05/con-previsti-aumenti-iva-consumi-rischio-063813.shtml?uuid=ABhLJTAC&fromSearch) e non da Facebook, come purtroppo molti italiani ed ex italiani fanno. Mi spiace che tu ti offenda, stiamo discutendo e abbiamo idee e pensieri opposti, ma non per questo devi prenderla subito a male. Fortunatamente abbiamo ancora la possibilità di essere in disaccordo e per questo continuare a parlare.

                  1. Vedi che l’asino sei tu, io non ho ignorato l’aumento dell’iva ma semmai ho commesso un errore… quindi ignorante e’ inappropriato… il problema e’ che tu non hai idee ne pensieri costruttivi, a parte dire “lottero per renderlo un paese migliore” ahahahahahahhahahaahahahahahahah come? andando a votare i politici corrotti???? 🙂 vivere in “itaglia”?come direbbero a napoli “manco i cani”… 🙂 per tua informazione, ho lasciato l’italia alla fine degli anni 90… fu una pura coincidenza e a distanza di tempo posso dire che quel biglietto aereo e’ stato come il biglietto vincente della lotteria… questa chicca e’ per te “Gli 80 euro al mese sono per tre anni per chi ha uno o due figli e un reddito sotto i 90mila euro”… 90mila euro????????????? chi guadagna 89mila euro riceve 80 euro dallo stato???????? e poi sono io che voglio affondare l’italia…. ridicolo e come al solito non e colpa vostra…se l’italia e’ ancora a galla lo deve proprio alla mafia, ricordatela nelle tue preghiere quando vai a dormire…

                    1. Vedo che continui a non capire o forse a non voler capire, ma non è importante, ormai la tua convinzione è talmente radicata in te che vedi e leggi solo quello che vuoi sentire. Ma ti ripeto per l’ennesima volta: io non devo convincere nessuno, io sto bene con me stesso, non so dove la vita mi porterà domani, ma non scapperò , non l’ho mai fatto e non lo farò mai. Se il tuo auspicio è che tutti lascino l’Italia e la affossino, beh, non stai molto bene amico mio, ma spero che questo risentimento che hai sia solo di facciata e che tu non sia cosi di persona. L’asinello sei proprio tu perche ignoravi la notizia, sono cose ben diverse quelle che sapevi tu dalle cose reali. Un consiglio: lascia perdere Informarexresistere e affidati a fonti attendibili la prossima volta 😉 con questo ti auguro ancora una volta (e per l’ultima, dato che tanto non leggeresti ciò che scrivo, ma solo quello che vorresti vedere tu) tutto il meglio, ma sinceramente! 😉

  4. mi auguro che questa persona se ne sia tornata nell’Italia della Terra dei Fuochi, nell’Italia dell’Eternit e dei morti (presenti, passati e futuri) senza giustizia, nell’Italia dell’Ilva di Taranto e dei tumori causati dagli agenti tossici rilasciati nell’aria, nell’Italia degli appartamenti occupati da nomadi, immigrati, furbi, mangia pane a tradimento e criminali, nell’Italia di San Siro e Tor Sapienza, nell’Italia che affonda dopo una giornata di pioggia, nell’Italia delle pensioni d’oro per i parlamentari, nell’Italia dei barbieri alla camera dei deputati a 130.000 euro l’anno, nell’Italia dei parlamentari a cui ragalano una casa in centro a roma a loro insaputa, nell’Italia del sindaco di roma, nell’Italia della cassa integrazione, nell’italia dei parlamentari condannati e ri-eletti con il propozionale, nell’Italia di 300+ parlamentari super pagati e con suntuosi e arroganti privilegi, nell’Italia dei cento piccoli partiti, nell’Italia del presidente della camera con 2 milioni di euro annui per lo staff addetto alla comunicazione, nell’italia del 50% di disoccupazione per giovani sotto i 25anni, nell’Italia del lavoro nero, nell’Italia dell’articolo 18, nell’Italia dei precari, nell’Italia del lavoro con paritita iva senza contratto o malattia, nell’Italia di berlusconi, nell’Italia dei consiglieri regionali che si fanno ripagare l’impossibile, nell’Italia dell’evasione fiscale, nell’Italia con le macchine targate in germania per evitare multe, assicurazione e redditometro, nell’Italia del ponte sullo stretto, nell’Italia dei governi non eletti, nell’Italia degli ignoranti come la persona che ha scritto l’articolo…

    1. Tu sei esattamente come la persona che ha scritto, ma al contrario. L’ignoranza si nasconde proprio negli estremismi, chi vuole vedere solo il peggio per me è limitato e ignorante. Altrimenti sapresti quali scandali ci sono in UK tra i parlamentari, altrimenti sapresti che in UK il lavoro nero c’è e sta diventando un problema serio, altrimenti sapresti che la disoccupazione giovanile al di fuori di Londra e dintorni arriva a percentuali simili ai nostri paesi, etc… Informati prima di parlare, come si dovrebbe informare chi ha compilato il questionario sopra.

      1. Non ho mai detto che UK vivono solo angeli e santi… per carita’, ma il livello di corruzione e ruberia da parte della classe politica italiana ha raggiunto livelli inimmaginabili…. siete cosi messi male che non e’ piu’ possible fare un paragone tra UK e Italia… e quando qualcuno ve lo fa sapere senza peli sulla lingua, insultate… continuate cosi che va bene, sono io che sono invidioso… ahhahaha

        Dimenticavo di aggiungere… ” nell’Italia della sicilia degli autisti di ambulanze”, “nell’Italia di Schettino”
        e come lasciare fuori l’ultima perla
        “nell’Italia di Roma governata da Carminati” o, come l’hanno etichettata qui, “Rome, Mafia Capital” con almeno 40 milioni di euro rubati a voi cittadini…

        C’e’ di piu, ascolta questa bella storia della buona notte a proposito di un certo Tiziano Renzi, il Babbo di Renzi, si si lui, il tuo PM.

        Trent’anni di attività imprenditoriale e dieci aziende ma nessun lavoratore a tempo indeterminato, tranne uno, il figlio Matteo Renzi “regolarizzato appena una settimana prima della candidatura alla poltrona sicura di presidente della Provincia di Firenze”.

        Da co.co.co. a tempo indeterminato, cosi voi gli pagate la pensione… senza che l’azienda abbia mai aver versato un centesimo…

        https://www.facebook.com/video.php?v=882643535101892&set=vb.172736606092592&type=2&theater

        Beata ignoranza! 🙂

        1. Io non sono cieco ma non sono neppure un catastrofista e sinceramente preferisco vivere in Italia piuttosto che a Londra, dove ci sono stato fino ad ora (a fine anno torno). Un’esperienza bellissima, mi sono trovato bene, ma preferisco lavorare nel mio Paese. E anche vivendo a Londra lavoravo per l’Italia, senza raccomandazioni e senza chissà quali magagne. Se a te piace stare li e credi che sia il posto migliore per te, sono felicissimo per te. Non ho insultato nessuno, ho solo detto che stai mettendo l’accento sulle cose negative di un Paese. Io non credo sia tutto marcio come tu credi, e io ne sono una prova e con me molti altri. Se tu non vedi o non vuoi vedere, non sono problemi miei, non devo convincere proprio nessuno. L’ignoranza è proprio quella che dimostri tu, facendo una riflessione parziale della realtà, un po’ come dire “tutti gli islamici sono terroristi”, “tutti gli americani hanno manie di grandezza” o “tutti i russi sono mafiosi”. Io vivo nella realtà, tu vivi negli stereotipi, ti auguro buona fortuna comunque, ovunque tu sia e ovunque tu ti trovi bene!

          1. Io direi non solo cieco ma anche sordo e l’ignorante, nel senso che ignora i malesseri itlaiani se i proprio tu… non c’era neanche uno stereotipo nei precedenti commenti, ma solo un elenco di ruberie e nefandezze fatte ai danni di molti italiani. Di tutto quello che ho scritto non sei riuscito a trovare una singola cosa non vera…. Purtroppo e proprio grazie alle persone che, come te stanno abbastanza bene, non si curano delle ruberie e della dilagante corruzione. Preferisci lavorare nel tuo paese… ahahha 🙂 magari anche tu fai parte di coloro che rubano ovunque e a chiunque… e comunque, a proposito di stereotipi, mi piacerebbe sapere cosa ne ne penserebbe un russo se un italiano gli va a dire che “tutti i russi sono mafiosi” ahahah da un italiano??? torna in italia e quando vai al ristorante ricordati di pagare il coperto…. ahahha 🙂 se rispondi a questo commento ricordati di iniziare con il ribattere alla lunga lista di cui sopra, tutto il resto e noia, come diceva Califano.

            1. Più che altro il problema è la gente come te che non sa scrivere neppure in italiano corretto che l’Italia è andata male finora. Io sopravvivo come sopravvivevo in Inghilterra, stare bene è tutt’altro, sto bene qui come stavo bene dappertutto, non ho i tuoi paraocchi fortunatamente. Coloro che puntano il dito su chi li governa e non guarda l’ignoranza che ha già di per se è il vero dramma, è sempre colpa degli altri. Ti ripeto ancora una volta, contento tu! Io non devo convincere nessuno, invece tu passi il tempo, come molti altri, a tirare merda sul tuo (ex) paese perché ormai è di moda e a cercare di convincere che la ragione è vostra. I miei cari auguri in terra britannica (e lo dico sinceramente, non odio nessuno, tantomeno te), spero che tu viva dove meglio ti piaccia e spero che tu non debba passare molte ore in futuro a scrivere commenti rancorosi su una vita che ormai non ti dovrebbe più appartenere (l’Italia). Fintanto che tu scriverai stupidaggini del genere, significa che ancora non stai bene con te stesso, neppure dove stai ora, e allora il problema è serio :D. Io sono fiero di essere italiano e lotterò per renderlo un paese migliore, non scapperò all’estero (con tutto il rispetto per chi lo fa, compreso te), preferisco stare qui e vivere qui. Non esistono paesi migliori o peggiori, esistono persone, e fortunatamente ho trovato persone oneste anche qui in Italia, mi spiace che tu abbia vissuto solo nella delinquenza. La crisi c’è, ma si supererà e io voglio contribuire a superarla. Tu vuoi che l’Italia si affondi? E stiqatsi, nessuno ti ha chiesto di fare il contrario, fortunatamente abbiamo tutti il libero arbitrio!

              1. continui ad andare sul personale… sei decisamente fuori luogo ma adesso capisco perche i politici italiani e l’italia va cosi male… Solo i fatti contano, non le chiacchere o le offese… e di fatti ne hai veramente pochi… ah dimeticavo l’iva (e tante altre cosucce) e’ stata aumentata ma questo non e’ un problema…

                1. Mi spiace contraddirti nuovamente e darti ancora dell’ignorante (nel senso che ignori, non come offesa), ma l’IVA non è stata aumentata, anche se il rischio c’è. Ti consiglio di leggere da fonti attendibili (ad esempio http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2014-11-05/con-previsti-aumenti-iva-consumi-rischio-063813.shtml?uuid=ABhLJTAC&fromSearch) e non da Facebook, come purtroppo molti italiani ed ex italiani fanno. Mi spiace che tu ti offenda, stiamo discutendo e abbiamo idee e pensieri opposti, ma non per questo devi prenderla subito a male. Fortunatamente abbiamo ancora la possibilità di essere in disaccordo e per questo continuare a parlare.

                  1. Vedi che l’asino sei tu, io non ho ignorato l’aumento dell’iva ma semmai ho commesso un errore… quindi ignorante e’ inappropriato… il problema e’ che tu non hai idee ne pensieri costruttivi, a parte dire “lottero per renderlo un paese migliore” ahahahahahahhahahaahahahahahahah come? andando a votare i politici corrotti???? 🙂 vivere in “itaglia”?come direbbero a napoli “manco i cani”… 🙂 per tua informazione, ho lasciato l’italia alla fine degli anni 90… fu una pura coincidenza e a distanza di tempo posso dire che quel biglietto aereo e’ stato come il biglietto vincente della lotteria… questa chicca e’ per te “Gli 80 euro al mese sono per tre anni per chi ha uno o due figli e un reddito sotto i 90mila euro”… 90mila euro????????????? chi guadagna 89mila euro riceve 80 euro dallo stato???????? e poi sono io che voglio affondare l’italia…. ridicolo e come al solito non e colpa vostra…se l’italia e’ ancora a galla lo deve proprio alla mafia, ricordatela nelle tue preghiere quando vai a dormire…

                    1. Vedo che continui a non capire o forse a non voler capire, ma non è importante, ormai la tua convinzione è talmente radicata in te che vedi e leggi solo quello che vuoi sentire. Ma ti ripeto per l’ennesima volta: io non devo convincere nessuno, io sto bene con me stesso, non so dove la vita mi porterà domani, ma non scapperò , non l’ho mai fatto e non lo farò mai. Se il tuo auspicio è che tutti lascino l’Italia e la affossino, beh, non stai molto bene amico mio, ma spero che questo risentimento che hai sia solo di facciata e che tu non sia cosi di persona. L’asinello sei proprio tu perche ignoravi la notizia, sono cose ben diverse quelle che sapevi tu dalle cose reali. Un consiglio: lascia perdere Informarexresistere e affidati a fonti attendibili la prossima volta 😉 con questo ti auguro ancora una volta (e per l’ultima, dato che tanto non leggeresti ciò che scrivo, ma solo quello che vorresti vedere tu) tutto il meglio, ma sinceramente! 😉

    2. Hahaah ma fammi il piacere di tacere. Sono venuto in Inghilterra ma non per scelta ma perché devo svolgere i miei sei mesi di dottorato all’estero. Case fatiscenti e costose, servizi pubblici costosi e ridicoli (ti parlo di Leeds), campus universitario megagalattico costruito sulle spalle delle famiglie che devono pagare fior fiori di tasse ogni anno e nei peggiori dei casi devono aprire mutui per mandare i figli a studiare, treni ridicoli , lenti e costosissimi. Canone TV e council tax…Ma di cosa stiamo parlando? Ah ti ricordo che l’Inghilterra è anche uno dei paesi più corrotti al mondo, vai a informarti, forse per questo ti trovi tanto bene qui. È moda lamentarsi dell’Italia ma solo quando vivi la tua esperienza capisci che è molto meglio di altri posti e se dovessi paragonare l’Italia all’Inghilterra, beh non avrei dubbi a riguardo. Resta a mangiare cheddar, premere bottoni per tutta la vita…Contento te

  5. In Italia ci sono possibilità SE ti vai a raccomandare: una mazzetta, una leccata di cXXo, ecc. Ma quali possibilità in Italia? Ma dove? Ma per piacere…. Si vede che sei raccomandato a questo punto. Io che non sono raccomandato, sono sotto la 30ina e lavoro non he no (o meglio l’avrei, sottopagato, senza contributi ecc). E’ anche vero che ogni nazione ha i suoi difetti e non lo metto in dubbio, complice (purtroppo) anche la crisi economica, ma chi dice che in Italia si sta bene appartiene a una delle seguenti tre categorie: raccomandato, riccone sfondato evasore di tasse o politico.

    1. Io ho un lavoro ultra precario e fatico ad arrivare a fine mese. Lavoro in ambito Web e SEO e ti posso garantire che lavoro ce n’è, purtroppo a condizioni difficili. In inghilterra ho cominciato a lavorare grazie ad una raccomandazione, e non sono il solo. La raccomandazione esiste dappertutto, e non credo sia un male. Il problema è che in Italia, soprattutto in ambito pubblico, ci sono dei raccomandati che non sanno fare il proprio lavoro o proprio non lo fanno, perché si sentono degli intoccabili. Un problema che spero verrà risolto presto (auspico che il fatto dei vigili di Roma di questi giorni velocizzerà la cosa). Io non ho detto che in Italia si sta bene, io ho detto “sto bene”, è una cosa diversa: per stare bene non devo essere per forza ricco o con un lavoro a tempo determinato. Sto bene nel mio paese, con tutti i suoi difetti ma anche pregi, e sto lottando come molti altri per cambiarlo sempre in meglio e per cambiare il mio stato di precario. E non lo faccio lamentandomi continuamente o dando la colpa a questo o a quel politico. Lo faccio impegnandomi ogni giorno e dando il meglio di me stesso, sicuro che prima o poi ci riuscirò. Chiamatemi illuso, chiamatemi stupido, non mi importa: io ci credo, credo nella mia forza e nella mia ostinazione, nonostante tutto e tutti. C’è la crisi, e allora? c’è la corruzione, e allora? Sono motivi per abbandonare un paese e aspettare da fuori che tutto cambi, sparando a zero su tutti, facendo di tutta l’erba un fascio e parlando ancora di “Italia” senza rendersi conto di cosa si stia parlando? Non esiste uno Stato, esistono le persone, e fortunatamente io ne conosco molte, moltissime per bene, che si indignano per le cose di cui stiamo discutendo e che stanno lavorando per cercare di rendere la propria vita e quella degli altri migliore. Il coraggio non è solo di chi va via (scelta rispettabilissima, per carità), il coraggio è anche e soprattutto per chi resta, anche nelle difficoltà. Questo è il mio umile pensiero.

      1. Le raccomandazioni in Inghilterra sono diverse da quelle in Italia. In Inghilterra se non sai fare il tuo lavoro dopo poco salti. In Italia ti tengono anche se incompetente…anzi nella mia esperienza per avere lavoro in Italia bisogna essere incompetenti e meglio se raccomandati. Han sempre paura che se sei bravo fai le scarpe a qualcuno. In Inghilterra vieni valutato e rispettato per quello che vali e offri. Sono 2 mondi diversi, in Italia ormai ci vivono bene solo i bamboccioni raccomandati e i corrotti. Gli altri, che sono il meglio dell’italia, se ne sono andati e mai mai ci ritornerebbero.

        1. E’ vero.. ma è anche vero che a Londra arriva anche il peggio dell’Italia.. gente che è scappata per rifarsi una vita.. ma perché sarebbe finita in carcere per droga o altro o perché per questi motivi iniziava ad avere problemi a vivere liberamente in Italia.. Io ne ho trovati diversi senza neanche sforzarmi tanto quand’ero su.. poi tutta gente tranquilla.. però è il caso anche di parlare anche delle cose negative in mezzo a mille altri aspetti positivi legati a Londra e agli italiani a Londra..

  6. Hahaah ma fammi il piacere di tacere. Sono venuto in Inghilterra ma non per scelta ma perché devo svolgere i miei sei mesi di dottorato all’estero. Case fatiscenti e costose, servizi pubblici costosi e ridicoli (ti parlo di Leeds), campus universitario megagalattico costruito sulle spalle delle famiglie che devono pagare fior fiori di tasse ogni anno e nei peggiori dei casi devono aprire mutui per mandare i figli a studiare, treni ridicoli , lenti e costosissimi. Canone TV e council tax…Ma di cosa stiamo parlando? Ah ti ricordo che l’Inghilterra è anche uno dei paesi più corrotti al mondo, vai a informarti, forse per questo ti trovi tanto bene qui. È moda lamentarsi dell’Italia ma solo quando vivi la tua esperienza capisci che è molto meglio di altri posti e se dovessi paragonare l’Italia all’Inghilterra, beh non avrei dubbi a riguardo. Resta a mangiare cheddar, premere bottoni per tutta la vita…Contento te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.