phuket

Tailandia, riapre Phuket ai turisti

L’apertura di Phuket il 1 luglio è il primo grande segnale che la Thailandia si sta finalmente riaprendo al turismo. L’industria turistica, che costituisce il 21 per cento del PIL del paese, ha subito un’enorme picchiata durante la pandemia e sta lentamente cercando di rimettersi in piedi. Non c’è da stupirsi che sia stato proprio lo stesso Primo Ministro thailandese a ricevere il primo gruppo di visitatori stranieri all’aeroporto internazionale di Phuket.

Tra le molteplici compagnie aeree che voleranno direttamente a Phuket ci sono la Thai Airways, Qatar Airways, Emirates, Etihad, British Airways, Singapore Airlines, Cathay Pacific ed El Al.

Phuket è anche una delle destinazioni preferite per matrimoni indiani, ma per il momento vista la situazione i cittadini indiani non possono andarci e dopo i cinesi e i russi sono al terzo posto per numero di turisti.

Per cominciare, i turisti a Phuket possono solo venire da paesi/regioni a basso rischio dal virus Covid. È stato redatto un elenco di 21 paesi che possono andare. Questo elenco verrebbe modificato ogni due mesi, a seconda della situazione Covid nei vari paesi. In ogni caso chi arriva deve fare diversi tamponi e se risulta positivo andare subito in quarantena. Una volta arrivati a Phuket i turisti non possono visitare il resto della Tailandia per 14 giorni.

Phuket è una provincia della Thailandia ed è anche la sua isola più popolare. Ha una bellissima costa sul mare Andemane. La vita notturna di Phuket è fantastica e comprende alcune delle attrazioni turistiche più famose della Thailandia . Phuket è una destinazione turistica di fama internazionale sin dagli anni’70.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: