parchi di londra (93)

Vino in bottiglie di plastica? Uno dei vantaggi della Brexit

Jacob Rees-Moog il pomposo ministro delle opportunità della Brexit, fatica a trovare opportunità.

Ne ha annunciate tre nei giorni scorsi, la prima è poter avere gli aspirapolveri pià potenti, la seconda è che i cellulari non devono avere lo stesso caricatore, a differenza della UE nel Regno Unito ogni produttore potrà avere il caricatore di sua scelta e non il caricatore unico come nella UE. Rees Moog odia questo tipo di imposizioni da ‘nanny state’, ognuno dovrebbe essere libero di avere il caricatore che vuole, o no?

Ora ha detto che la Gran Bretagna che non deve per forza avere il vino frizzante in bottiglie di vetro come vuole la UE. La Gran Bretagna potrà avere lo spumante e il Prosecco in bottiglie di plastica. Hurrah! Chiaramente vale la pena danneggiare l’economia per avere aspirapolveri potenti, spumante in una bottiglia di plastica e tanti caricatori diversi.

Ma la Wine and Spirits Trade Association, che dovrebbe saperne di più di Rees-Mogg ha avvertito che qualsiasi cambiamento non deve rinunciare ai requisiti di salute e sicurezza, con l’alta pressione creata dalle bollicine durante la fermentazione che rende la plastica una scelta improbabile e costosa. Non entriamo nemmeno nella questione ambientale, quando la tendenza è quella di abbandonare la plastica quando possibile, Rees Mogg vuole pure il vino in bottiglie di plastica.

Rispondi

Torna su