Visita la riserva di Wicken Fen in Cambridgeshire

Wicken Fen

Wicken Fen ha diversi record, fu una delle prime riserve naturali in tutta la Gran Bretagna e la prima gestita dal National Trust.

La riserva, che si trova in Cambridgeshire non lontano da Ely,  fu acquisita nel 1899, si tratta di una  zona umida selvaggia, piena di vita, contiene infatti oltre 8.500 specie di piante, uccelli e libellule.

È statoscritto che in termini di diversità la riserva è la risposta della Gran Bretagna a una foresta pluviale tropicale. L’attività umana viene controllata e vengono usati solo metodi tradizionali di gestione della terra.

Foto: © Copyright Rose and Trev Clough and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il nome Fen descrive campi piuttosto paludosi che si trovano nell’est dell’Inghilterra particolarmente in Cambridgeshire, Norfolk e Lincolnshire. Sono in parte simili a certi campi che si trovano in parti della pianura Padana. Wicken Fen è uno di quattro fen sopravvisuti ancora  del great fen basin di una volta, ora diventato terreno agricolo e coltivato. Ma il Wicken Fen non è allo stato selvaggio, è stato infatti gestito da secoli.

Nel Wicken Fen hanno lavorato i cosidetti fenmen per generazioni. Se andate a visitare il Fen non solo vedrete i pony Konik polacchi che sono particolarmente indicati per questo tipo di terreno ma anche le abitazioni dei lavoratori e alcuni mulini a vento.

Potrete attraversare il fen in barca o passando su passarelle ed esiste un centro apposta per i visitatori che vi spiega come la gente lavorava e viveva nei fen, con esempi di artigianato locale. Potrete anche noleggiare una bicicletta ed esplorare il fenla riserva naturale in questo modo. Il fen è di quasi 300 ettari quindi non piccolissimo.

Foto: © Copyright Julian Paren and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Incontrerete sicuramente qualche esempio di fauna locale dagli uccelli alle libellule. il fen è attraversato da Wicken Lode, un canale artificiale che comunque attira altre specie acquatiche, alcune abbastanza rare. Ci sono diversi habitat nel fen che vanno dall’acquatico all’erboso e che quindi hanno una flora e fauna diversa tra loro.

Gli uccelli migratori hanno reso Wicken Fen una destinazione svernante, con le pavoncelle, il fischione e l’alzavola che quindi rendono interessante anche una visita nei mesi invernali (se ben coperti).

 Come arrivare a Wicken Fen?

Un’ideale gita di un giorno da Londra oppure due giorni se volete anche visitare Ely. Per arrivarci dovrete prendere il treno da King’s Cross a Ely, scendere e prendere l’autobus 117 per Upware e scendere a The Crescent. Sono pochi minuti a piedi per arrivare alla riserva.

[bdotcom_bm bannerid=”101497″]

Altri posti da visitare in Inghilterra

Visita Blenheim Palace dove nacque Winston Churchill

Blenheim Palace è la residenza ufficiale dei duchi di Marlborough da oltre 200 anni, si chiama Palace anche se non appartiene alla famiglia reale, un caso unico nel Regno Unito. Dal 1987 è un sito patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e si trova in Oxfordshire, a circa un ora e mezzo da Londra. La storia della sua costruzione è stata travagliata, […] Leggi il Resto

0 comments

Vuoi comprare la casa di J.R.Tolkien?

Era la sua casa di Oxford dove scrisse The Hobbit e parte del Il Signore degli Anelli. Leggi il Resto

0 comments

Visita Durham, sito patrimonio dell’umanità dell’UNESCO

Se si passa o si visita Durham in treno, si ha il piacere di vedere una delle viste cittadine più affascinanti di tutta Europa. Non solo il castello, la collina, il fiume e gli altri edifici di questa città ma quella cattedrale. La zona che include il castello e la cattedrale sono un sito patrimonio […] Leggi il Resto

0 comments

rapporto

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

“Appena arrivi non abbatterti alle prime difficoltà”

Celebrating New Year with fireworks

Dove vedere i fuochi d’artificio del London Eye gratis